Epifenomeno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Epifenomeno in filosofia è un fenomeno secondario che accompagna o segue un fenomeno primario senza apparente necessario rapporto con esso.

In tal senso il termine è stato coniato ed inteso dai positivisti inglesi nell'Ottocento e in particolare dal biologo e pensatore Thomas Henry Huxley. Questi vedeva nella coscienza un tipico epifenomeno, avente chiara origine nel sistema nervoso dell'uomo in certe condizioni, ma tale da venire percepito come ad esso non facilmente riconducibile. Nel linguaggio tecnico si parla di fenomeno "emergente". Si possono considerare esempi di epifenomeno il fischio di una locomotiva a vapore (Huxley), come pure l'ombra proiettata da un oggetto in movimento o il rumore di un ingranaggio in azione.


Filosofia Portale Filosofia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Filosofia