Epalzeorhynchos bicolor

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Epalzeorhynchos bicolor
Epalzeorhynchos bicolor.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 CR it.svg
Critico
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Classe Actinopterygii
Sottoclasse Neopterygii
Infraclasse Teleostei
Superordine Ostariophysi
Ordine Cypriniformes
Famiglia Cyprinidae
Genere Epalzeorhynchos
Specie E. bicolor
Nomenclatura binomiale
Epalzeorhynchos bicolor
H. M. Smith, 1931
Sinonimi

Labeo bicolor

Nomi comuni
  • Labeo dalla coda rossa
  • Pescecane coda rossa
  • Squalo coda rossa

Epalzeorhynchos bicolor H. M. Smith, 1931 è un pesce d'acqua dolce appartenente alla famiglia Cyprinidae, conosciuto spesso con il sinonimo Labeo bicolor e in italiano come labeo dalla coda rossa o pescecane coda rossa o squalo coda rossa.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Questa specie è diffusa in Asia meridionale, nei bacini dei fiumi Chao Phraya e Mekong (Thailandia).

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

E. bicolor presenta una forma che richiama quella degli squali, con ventre piatto, pinna dorsale triangolare portata alta e bocca terminale rivolta verso il basso. La livrea è semplice, con corpo nero ebano ad eccezione della pinna caudale che è rosso acceso. Le pinne pettorali (soprattutto in esemplari giovani od anziani) possono assumere sfumature giallo-arancio. La femmina è leggermente più grossa e con colori meno vivaci. Raggiunge una lunghezza massima di 12 cm.

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

È un pesce di indole pacifica ma che diventa spesso aggressivo nei confronti di pesci che entrano in competizione con i siti riproduttivi e/o le zone in cui si alimenta, siano essi della propria specie o di altre. Ha il tipico comportamento di pattugliare i livelli centrale e superficiale del suo territorio e di intrufolarsi e nascondersi in anfratti di diverso tipo e dimensione. In età giovanile forma gruppetti di circa cinque esemplari che una volta adulti tendono a dissolversi.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Nel periodo riproduttivo si formano delle coppie che iniziano i giochi amorosi: una volta fecondate le uova il maschio si allontana e la femmina le disperde nell'acqua.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Onnivoro, anche se si nutre prevalentemente di alghe e vegetali acquatici.

Acquariofilia[modifica | modifica sorgente]

Branco di Epalzeorhynchos bicolor in acquario

Viene allevato e riprodotto in acquario e proprio questo mercato garantisce l'esistenza ed il mantenimento di questa specie estinta in natura.

Stato di conservazione[modifica | modifica sorgente]

Le ragioni della diminuzione della popolazione selvatica di Epalzeorhynchos bicolor non sono noti. Il commercio e la cattura di esemplari selvatici per il mercato acquariofilo è stato accusato di essere uno dei principali fattori di estinzione a causa della pesca eccessiva molto selettiva, ma non ci sono prove documentate per questo. La modificazione degli habitat può essere la causa più probabile di una diminuzione della popolazione in questo caso. Nel 1970, molte dighe sono state costruite in Thailandia e queste probabilmente rappresentano una seria minaccia per alcuni grandi bacini della regione che hanno portato al prosciugamento di grandi aree paludose ed alla conseguente estinzione di tanti organismi legati ad esse come questa specie.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  • Scheda su Fishbase [1];
  • Scheda su Acquariofilia Consapevole [2];
  • Scheda su AquaExperience [3];
  • Scheda su Acquamaniak [4];
  • Scheda su IUCN Red List [5].