Eos squamata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Lori colloviola
Violet Necked Lory.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Ordine Psittaciformes
Famiglia Psittacidae
Genere Eos
Specie E. squamata
Nomenclatura binomiale
Eos squamata
(Boddaert, 1783)

Il lori colloviola (Eos squamata Boddaert, 1783) è un uccello della famiglia degli Psittacidi.[2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Ha taglia attorno ai 27 cm, colorazione generale rossa con gola (collare che si chiude sulla nuca) e petto nero violacei attraversati da una banda rossa; ali sfumate in nero-blu e coda nera[3].

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Abita le foreste primarie dove raccoglie il cibo, ma spesso si rifugia nelle foreste costiere di palme per passare la notte.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Vive in alcune isole dell'arcipelago delle Molucche e nella Nuova Guinea occidentale. In natura non è più diffuso come un tempo, ma alcune popolazioni di una certa consistenza sono segnalate; in cattività si è ben adattato ed è riprodotto con successo.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Sono classificate le seguenti sottospecie[2]:

  • E. s. squamata (Boddaert, 1783), sottospecie nominale;
  • E. s. riciniata (Bechstein, 1811), con colorazione violacea del collare che sale sulla nuca;
  • E. s. obiensis Rothschild, 1899, che presenta il petto rosso e il collare appena accennato e interrotto;

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) BirdLife International 2012, Eos squamata in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.3, IUCN, 2014.
  2. ^ a b (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Psittacidae in IOC World Bird Names (ver 4.4), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato il 19 maggio 2014.
  3. ^ Forshaw (2006). plate 8.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Species factsheet: Eos squamata, BirdLife International (2008). URL consultato il 20 marzo 2009.
  • Joseph M. Forshaw, Parrots of the World; an Identification Guide, Illustrated by Frank Knight, Princeton University Press, 2006, ISBN 0-691-09251-6.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli