Enzmann

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Enzmann
Stato Svizzera Svizzera
Fondazione 1958 a Schüpfheim
Fondata da Emil Enzmann
Sede principale Schüpfheim
Persone chiave Karl Enzmann, presidente
Settore Casa automobilistica

La Enzmann Automobile è una piccola casa automobilistica svizzera fondata a Schüpfheim, nel 1958.

Nel 1953, Emil Enzmann decise di costruire, nella rimessa della propria abitazione, una carrozzeria d'auto in vetroresina, allo scopo di vestire una meccanica Volkswagen Maggiolino. La realizzazione comportò quasi tre anni di lavoro, ma ne riuscì un prototipo talmente valido da ritenerne possibile la produzione in piccola serie.

Una Enzmann cabriolet

La vettura venne presentata alla stampa nazionale nel settembre 1956 e, vista l'entusiastica accoglienza, si decise di esporla al Salone dell'Automobile di Francoforte del 1957. La partecipazione al salone aveva l'intenti puramente divulgativi e gli ordinativi raccolti presero Enzmann totalmente alla sprovvista.

Il costruttore-hobbista nemmeno aveva provveduto a presenziare o, almeno, ad esporre l'indirizzo dell'azienda che, peraltro, ancora non esisteva. Le lettere d'ordine vennero inviate alla segreteria del Salone, citando il nome dell'espositore ed il numero dello stand: 506. Fu così che Emil decise di produrre in piccola serie la vettura e di battezzarla "Enzmann 506".

La produzione ebbe inizio, nel 1958, con modalità strettamente artigianali e continuò in questo modo fino alla chiusura dell'azienda nel 1968, dopo un centinaio di esemplari costruiti, nelle versioni spyder, cabriolet e coupé.

A partire dal 1961, la Volkswagen decise di sospendere la fornitura a terzi delle meccaniche "nude" e la Enzmann fu costretta ad acquistare vetture complete per realizzare le proprie. Anche per questo motivo venne approntato un prototipo su meccanica DKW che, però, non ebbe seguito produttivo.

La "506" è stato l'unico modello prodotta dalla Enzmann. Dal 2000, Karl Enzmann, figlio del fondatore ed erede degli stampi originali, ha deciso di riavviare la produzione della "506", unicamente su ordinazione.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]