Enrico II di Navarra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Enrico II
Enrico II di Navarra
Enrico II di Navarra
Re di Navarra
In carica 14 giugno 1516 - 29 maggio 1555[1]
Predecessore Giovanni III[2]
Successore Giovanna III
Altri titoli conte di Foix e Bigorre e visconte di Béarn e di Marsan, Duca di Nemours e di Montblanc
Nascita Sangüesa, 18 aprile 1503
Morte Hagetmau en Béarn, 29 maggio 1555
Luogo di sepoltura Lescar
Casa reale Albret
Padre Giovanni III di Navarra
Madre Caterina di Navarra
Consorte Margherita di Valois-Angoulême
Figli Giovanna e
Giovanni

Enrico d'Albret (Sangüesa, 1503Hagetmau en Béarn, 29 maggio 1555) fu re di Navarra dal 1517 alla sua morte..

Origini familiari[modifica | modifica wikitesto]

Era figlio secondogenito[3] di Caterina di Foix-Béarn[4], regina di Navarra, contessa di Foix e del Béarn, e di Giovanni d'Albret[5], conte di Périgord, visconte di Limoges e re consorte di Navarra.[6][7][8][9][10]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Alla morte del padre, nel 1516, divenne l'erede della signoria d'Albret[6]. Alla morte della madre, nel 1517, Enrico ereditò i titoli di re di Navarra e conte di Foix e Bigorre e visconte del Béarn, Nébouzan, Villemeur e Lautrec[6].

Nel corso del 1520, riuscì a riconquistare buona parte del regno di Navarra[6], che, nel 1515, era stato annesso al regno di Spagna. Fu però una conquista di breve durata[6], in quanto il nuovo re di Spagna, Carlo I (l'Imperatore del Sacro Romano Impero, Carlo V), lo respinse al di là dei Pirenei. Alla morte del nonno, Alain I d'Albret, nel 1522, Enrico divenne signore d'Albret conte di Gâvres e di Castres e visconte di Tartas[11].

Enrico fu tra i cavalieri che accompagnarono il re di Francia, Francesco I, nella campagna d'Italia, dove si distinse, guadagnandosi la reputazione di audace e coraggioso cavaliere[11], che, nel 1525, fu fatto prigioniero, assieme al suo re, alla battaglia di Pavia[11] e che dalla prigionia riuscì a fuggire in modo spettacolare[11].

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi battaglia di Pavia (1525).

Nel 1527, divenne il secondo marito della sorella di Francesco I, Margherita d'Angoulême (1492-1549).
Il 3 gennaio fu stipulato il contratto e il 24 gennaio, a Saint-Germain-en-Laye, fu celebrato il matrimonio tra Enrico e la duchessa d'Alençon, contessa di Perche e contessa d'Armagnac, Fénezac e Rodez, Margherita d'Angoulême, figlia di Carlo di Valois, conte di Angoulême, e di Luisa di Savoia[6]. Margherita era vedova di Carlo IV di Alençon[6], da cui Margherita aveva ereditato tutti i suoi titoli.

Dopo il matrimoni con Margherita d'Angoulême, Enrico visse quasi sempre alla corte di Francesco I di Francia, con cui continuo a collaborare[11]. Francesco I lo ricompensò riconoscendogli i titoli di Contessa del Périgord e del Rodez e visconte di Limoges[11].

Enrico, per tutta la vita, continuò, con l'aiuto del cognato Francesco I, a combattere il re di Spagna, Carlo I (l'Imperatore del Sacro Romano Impero, Carlo V)[11]. Enrico morì a Hagetmau en Béarn, Landes, il 29 maggio 1555 e fu tumulato nella cattedrale di Lescar[6].
A Enrico successe la figlia Giovanna[6].

Discendenza[modifica | modifica wikitesto]

Enrico da Margherita di Valois-Angoulême ebbe due figli:[6][7][8][11]

  • Giovanna (1528 - 1572), regina di Navarra, che ereditò i possedimenti dei genitori;
  • Giovanni (dopo il 1530 -morto giovane).
Regno di Navarra
Albret
Armoiries Navarre-Albret.svg

Giovanni III
Figli
Enrico II
Figli
Giovanna III
Modifica

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Enrico II di Navarra Padre:
Giovanni III di Navarra
Nonno paterno:
Alain I d'Albret
Bisnonno paterno:
Giovanni I d'Albret
Trisnonno paterno:
Carlo II d'Albret
Trisnonna paterna:
Anna d'Armagnac
Bisnonna paterna:
Catherine de Rohan
Trisnonno paterno:
Alain IX de Rohan
Trisnonna paterna:
Margherita di Bretagna
Nonna paterna:
Françoise de Châtillon
Bisnonno paterno:
Guillaume de Châtillon de Blois
Trisnonno paterno:
Jean I de Châtillon
Trisnonna paterna:
Marguerite de Clisson
Bisnonna paterna:
Isabelle de La Tour d'Auvergne
Trisnonno paterno:
Bertrand V de La Tour d'Auvergne
Trisnonna paterna:
Jacquette Du Peschin
Madre:
Caterina di Navarra
Nonno materno:
Gastone di Foix-Navarra
Bisnonno materno:
Gastone IV di Foix
Trisnonno materno:
Giovanni I di Foix
Trisnonna materna:
Jeanne d'Albret
Bisnonna materna:
Eleonora di Navarra
Trisnonno materno:
Giovanni II d'Aragona
Trisnonna materna:
Bianca I di Navarra
Nonna materna:
Maddalena di Valois
Bisnonno materno:
Carlo VII di Francia
Trisnonno materno:
Carlo VI di Francia
Trisnonna materna:
Isabella di Baviera
Bisnonna materna:
Maria d'Angiò
Trisnonno materno:
Luigi II d'Angiò
Trisnonna materna:
Iolanda di Aragona

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Per i primi otto mesi, assieme alla madre, Caterina di Navarra
  2. ^ Assieme alla moglie, Caterina di Navarra
  3. ^ In effetti fu investito dalla nascita del titolo di principe di Viana, in quanto il fratello primogenito era morto da alcuni giorni.
  4. ^ Caterina di Foix-Béarn era la figlia secondogenita di Gastone di Foix-Navarra, visconte di Castelbon, principe di Viana de jure e futuro luogotenente del regno di Navarra e di Maddalena di Francia, sorella del re di Francia, Luigi XI.
  5. ^ Giovanni d'Albret era il figlio maschio quartogenito del signore d'Albret conte di Gâvres e di Castres e visconte di Tartas, Alain I d'Albret e della Contessa del Périgord, viscontessa di Limoges e signora d'Avesnes e di Châlus, Françoise de Châtillon (?-1481), figlia del conte di Penthièvre, visconte di Limoges e signore di Payzac, Guglielmo di Châtillon-Blois e di Isabella de la Tour d´Auvergne.
  6. ^ a b c d e f g h i j (EN) Reali di Navarra
  7. ^ a b (EN) Casa di Albret- genealogy
  8. ^ a b (EN) Enrico II di Navarra PEDIGREE
  9. ^ (DE) Giovanni III di Navarra genealogie mittelalter
  10. ^ (DE) Caterina di Navarra genealogie mittelalter
  11. ^ a b c d e f g h (DE) Enrico II di Navarra genealogie mittelalter

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Successioni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Re di Navarra, conte di Foix e di Bigorre e visconte di Béarn Successore Armoiries Navarre Foix.svg
Caterina 1517- 1555 Giovanna
Predecessore Conte di Périgord e visconte di Limoges Successore Périgord.svg
Giovanni 1516- 1555 Giovanna
Predecessore Signore d'Albret Successore Armoiries Albret.svg
Alan 1522- 1555 Giovanna
Predecessore Conte d'Armagnac Successore Blason comte fr Armagnac.svg
Margherita di Valois-Angoulême 1527- 1555 Giovanna

Controllo di autorità VIAF: 44408465 LCCN: n87137946