Enrico Bevignani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Enrico Modesto Bevignani (Napoli, 29 settembre 1841Napoli, 29 agosto 1903) è stato un direttore d'orchestra, compositore e impresario teatrale italiano, attivo in Inghilterra, Russia e negli Stati Uniti d'America..

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Studiò nella città natale con Giuseppe Albanese, Salvatore Lavigna, Giuseppe Lillo e Giuseppe Staffa.

Nonostante l'esordio operistico (con Caterina Blum al teatro San Carlo il 3 settembre 1862) sia stato coronato da un buon successo, preferì dedicarsi alla carriera di direttore d'orchestra, che svolse soprattutto all'estero.

Nel 1864 si trasferì a Londra, dove fu dapprima maestro al cembalo all'Her Majesty's Theatre e poi - dal 1871 al 1878 - direttore stabile del Covent Garden.

Dal 1874 al 1881 fu attivo in Russia, dove diresse soprattutto opere italiane a San Pietroburgo e Mosca. Il 17 marzo 1879 diresse la prima assoluta di Evgenij Onegin al Teatro Bol'šoj di Mosca, elogiato da Čajkovskij[1], e il 23 ottobre dello stesso anno la prima moscovita, al Teatro Bol'šoj, del Il demone di Anton Rubinstein[2].

Nel 1883 lo zar gli conferì la Croce dell'Ordine di S. Stanislao.

Dal 1893 diresse negli Stati Uniti (fu al teatro Metropolitan di New York tra il 1893 e il 1895 e nel 1900), a Berlino e Vienna.

Malato di cuore, si ritirò a Napoli nel 1900.

Come compositore scrisse anche romanze da camera e pezzi pianistici.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ «Bevignani ha diretto con molta abilità e devo a lui più che agli altri il successo dell'opera» (Alexandra Orlova, Čajkovskij, un autoritratto, Oxford University Press, New York 1990, edizione italiana a cura di Maria Rosaria Boccuni, EDT, Torino 1993, p. 217).
  2. ^ Театральная Энциклопедия (Enciclopedia del teatro edita dalla Sovetskaya Entsiklopediya)

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Andrea Sessa, Il melodramma italiano 1861-1900. Dizionario bio-bibliografico dei compositori, Firenze, Olschki, 2003, p. 48 - ISBN 88-222-5213-6

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 20424532