Enna Airgtheach

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Enna Airgtheach ("ricco nell'argento"[1] anche trascritto come Airgdech o Airgthech) fu un leggendario re supremo d'Irlanda, figlio di Eochu Mumu. Prese il potere dopo aver ucciso l'assassino del padre Óengus Olmucaid, nella battaglia di Carman. Fece scudi d'argento per i suoi uomini nell'Argatros. Regnò per 27-28 anni prima di essere ucciso dal nipote di Óengus Rothechtaid mac Main nella battaglia di Raigne.[2] Nella cronologia di Geoffrey Keating Foras Feasa ar Éirinn data il suo regno negli anni 1032-1005 a.C.,[3] gli Annali dei Quattro Maestri negli anni 1537-1533 a.C.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dictionary of the Irish Language, Compact Edition, Royal Irish Academy, 1990, p. 26
  2. ^ R. A. Stewart Macalister (ed. & trans.), Lebor Gabála Érenn: The Book of the Taking of Ireland Part V, Irish Texts Society, 1956, pp. 229
  3. ^ Geoffrey Keating, Foras Feasa ar Éirinn 1.26
  4. ^ Annals of the Four Masters M3790-3817

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Re supremo dell'Irlanda Successore
Aengus Olmucada Annali dei Quattro Maestri 1410-1383 a.C.
Seathrún Céitinn 1032-1005 a.C.
Roitheachtaigh (I)