Engishiki

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'Engishiki (延喜式, letteralmente, Procedure dell'Engi Era) è un libro giapponese su leggi e costumi. La maggior parte dello scritto fu completato nel 927.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'imperatore Daigo ne ordinò la compilazione nel 905.[senza fonte] L'opera fu iniziata da Fujiwara no Tokihira ma subì una battuta d'arresto quando l'autore morì quattro anni dopo nel 909. Suo fratello Fujiwara no Tadahira riprese il lavoro nel 912, completandolo probabilmente nel 927.[1]

Dopo un certo numero di revisioni, il lavoro venne usato come base per le riforme dal 967.[senza fonte]

Contenuti[modifica | modifica wikitesto]

Il testo è costituito da 50 volumi ed è organizzato in sezioni:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Nussbaum, Louis-Frédéric. (2005). "Engi-shiki" in Japan Encyclopedia, p. 178.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]