Energia marina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Energie rinnovabili
Turbina eolica
Eolica
Geotermica
Idroelettrica
Marina
Solare
Biomasse
(Victor Hugo - Novantatré, (1874), VII, 5)

« . Come è stupida la terra, a non valersi dell'oceano! »

(IT)

« Pensate al movimento delle onde, al flusso e riflusso, all'andirivieni delle maree. Che cos'è l'oceano? una enorme forza inutilizzata! »

(Mauro Dal Pos)

Con energia marina, energia oceanica o energia pelagica si intende l'energia racchiusa in varie forme nei mari e negli oceani.

Tecnologie note[modifica | modifica wikitesto]

L'energia presente nei mari e negli oceani è una classica fonte di energia rinnovabile e può essere estratta con diverse tecnologie: fluidodinamiche (correnti, onde, maree) e di gradiente (termico e salino). Ad oggi sono stati sperimentati molti sistemi di estrazione di questa energia ed alcuni sono già in uno stadio precommerciale:

Diversi ricercatori indicano come l'energia oceanica possa provvedere ad una parte sostanziale dell'energia rinnovabile a livello globale.[1]

Il potenziale energetico dell’energia oceanica[modifica | modifica wikitesto]

L'ammontare delle risorse energetiche oceaniche è stimato[2] essere di:

  • 2.000 TWh/anno dal gradiente salino
  • 10.000 TWh/anno dal gradiente termico (OTEC)
  • 800 TWh/anno dalle maree
  • 8.000 – 80.000 TWh/anno dalle onde

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Carbon Trust, Future Marine Energy. Results of the Marine Energy Challenge: Cost competitiveness and growth of wave and tidal stream energy, January 2006
  2. ^ International Energy Agency, Implementing Agreement on Ocean Energy Systems (IEA-OES), Annual Report 2007

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]