Endocardite non infettiva

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Endocardite non infettiva
Codici di classificazione
ICD-9-CM (EN) 424.90
ICD-10 (EN) I38


Con il termine di endocarditi non infettive definite anche trombotiche non batteriche si indicano una dei 3 principali gruppi di endocarditi, esse sviluppano trombi di piastrine e fibrina sterili investendo le valvole cardiache e la parte sinistra del cuore.

Sintomatologia[modifica | modifica wikitesto]

Anche se originalmente non si hanno manifestazioni, può mostrarsi in associazione a forme tumorali, è una delle cause maggiori per quanto riguarda embolie delle arterie.[1] Le stesse embolie possono portare a febbre e soffio cardiaco.

Epidemiologia[modifica | modifica wikitesto]

Si manifesta in ambo i sessi in un'età che va dai 19 ai 90 anni, per le sue caratteristiche viene spesso diagnostica dopo la morte della persona.[2]

Terapia[modifica | modifica wikitesto]

La terapia consiste nella somministrazione di anticoagulanti (questo vale solo nelle forme non infettive in quelle normali l'assunzione di tali farmaci è controindicato) insieme ad eparina e warfarin. Gli anticoagulanti hanno l'effetto di contrastare la nascita di embolie.

Prognosi[modifica | modifica wikitesto]

La prognosi è pessima, può evolversi nella forma batterica.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Marques K, Capelle L, De Geest H., Nonbacterial thrombotic endocarditis. Case report and literature review in Acta Clin Belg., vol. 47, 1992, pp. 238-43.
  2. ^ Christen R, Saner H, Pirovino M., Nonbacterial thrombotic endocarditis: a contribution to the clinical differential diagnosis in culture-negative endocarditis in Schweiz Med Wochenschr., vol. 30, 1996.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Research Laboratories Merck, The Merck Manual quinta edizione, Milano, Springer-Verlag, 2008, ISBN 978-88-470-0707-9.
medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina