Empusa fasciata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Mantide fasciata
Empusa fasciata female 1.jpg
Femmina di Empusa fasciata
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Phylum Arthropoda
Subphylum Tracheata
Superclasse Hexapoda
Classe Insecta
Sottoclasse Pterygota
Coorte Exopterygota
Subcoorte Neoptera
Superordine Polyneoptera
Sezione Blattoidea
Ordine Mantodea
Famiglia Empusidae
Genere Empusa
Specie E. fasciata
Nomenclatura binomiale
Empusa fasciata
Brullé, 1832

La mantide fasciata (Empusa fasciata Brullé, 1832) è una mantide della famiglia Empusidae.[1]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

È una mantide di forma slanciata, lunga 45-65 mm, di colore dal verde tenue al giallo paglierino, con zampe che presentano bande verdi, brune e beige, e tegmine con apice giallastro. Le antenne sono lunghe e bipettinate nei maschi, coniche nelle femmine.[2] È molto simile a Empusa pennata da cui si distingue per le maggiori dimensioni delle coxe anteriori e mediane.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

E. fasciata è una specie a diffusione mediterranea orientale.[3] In Italia è nota solo per i dintorni di Trieste e la foce del Tagliamento, che rappresentano i limiti occidentali del suo areale.[2]

Predilige habitat costieri, soprattutto gli ambienti retrodunali.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Otte D., Spearman L. e Stiewe M.B.D, Empusa fasciata in Mantodea Species File (Version 1.0/4.1). URL consultato il 25 settembre 2012.
  2. ^ a b Fontana P., F.M. Buzzetti, A. Cogo, B. Odè, Cavallette, grilli, mantidi e insetti affini del Veneto - Guide Natura/1, Vicenza, Museo Naturalistico Archeologico di Vicenza, 2002, p.270, ISBN 8890018437.
  3. ^ (EN) Taxon details: Empusa fasciata in Fauna Europaea version 2.6.2, Fauna Europaea Web Service, 2013. URL consultato il 25 settembre 2012.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi