Emottisi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni qui riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. Questa voce ha solo scopo illustrativo e non sostituisce il parere di un medico: leggi le avvertenze.
Emottisi
Codici di classificazione
ICD-9-CM (EN) 786.3
ICD-10 (EN) R04.2

L'emottìsi è l'emissione di sangue dalle vie respiratorie, solitamente attraverso un colpo di tosse.

A seconda della quantità di sangue emessa, si può variare dallo sputo striato di sangue (emoftoe) all'emissione di sangue misto a catarro, fino all'emissione copiosa di solo sangue; di solito il sangue si presenta schiumoso e di colore rosso vivo o rosato.

Eziologia[modifica | modifica sorgente]

L'emottisi può essere conseguenza di malattie neoplastiche, infiammatorie o infettive dell'apparato respiratorio; possono tuttavia essere in gioco anche patologie cardiache (stenosi mitralica, insufficienza ventricolare sinistra), malattie della coagulazione del sangue, o traumi (ad esempio causati da corpi estranei o dall'intubazione delle vie aeree).[1]

Clinica[modifica | modifica sorgente]

Esami di laboratorio e strumentali[modifica | modifica sorgente]

Spesso una semplice radiografia del torace non è sufficiente a formulare la diagnosi, per cui è necessario a volte programmare una broncoscopia, una risonanza magnetica o una TAC polmonare.

Diagnosi differenziale[modifica | modifica sorgente]

L'emottisi deve essere distinta dalla emissione di saliva mista a sangue proveniente da emorragie naso-faringee o da sinusiti, o dal sangue proveniente dall'apparato digerente emesso con il vomito (ematemesi).

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ "Dizionario dei sintomi", di Giancarlo De Mattia, Editori Riuniti, Roma, 1997, pag.59

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Emorragie dell'apparato respiratorio:

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina