Emma di Anhalt-Bernburg-Schaumburg-Hoym

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Principessa Emma di Anhalt-Bernburg-Schaumburg-Hoym
EmmaAnBeSchHoyOld.jpg
Principessa di Waldeck und Pyrmont
Nascita Castello di Schaumburg, 20 maggio 1802
Morte Pyrmont, 1 agosto 1858
Padre Vittorio II, Principe di Anhalt-Bernburg-Schaumburg-Hoym
Madre Amelia di Nassau-Weilburg
Consorte Giorgio II, Principe di Waldeck e Pyrmont
Figli Augusta, Contessa Alfredo di Stolberg-Stolberg
Erminia, Principessa di Schaumburg-Lippe
Giorgio Vittorio,Principe di Waldeck e Pyrmont

Emma di Anhalt-Bernburg-Schaumburg-Hoym (Castello di Schaumburg, 20 maggio 1802Pyrmont, 1 agosto 1858) fu una principessa tedesca. Fu la nonna della regina olandese Emma di Waldeck e Pyrmont, a cui era stato dato il suo nome.

Vita[modifica | modifica sorgente]

Emma era una della quattro figlie di Vittorio II, Principe di Anhalt-Bernburg-Schaumburg-Hoym (1767–1812) nate dal suo matrimonio con Amelia di Nassau-Weilburg (1776–1841), figlia di Carlo Cristiano, Principe di Nassau-Weilburg. Crebbe insieme alle sue sorelle ad Hoym nell'Anhalt e fu educata accuratamente. Il loro prozio, Federico, Principe di Anhalt-Bernburg-Schaumburg-Hoym, aveva rinunciato al suo diritto di successione a Schaumburg e alla Contea di Holzappel nel 1811 in favore del suo pronipote, ma nel 1828 questa decisione fu annullata.[1]

Dopo la morte di suo marito nel 1852, governò Waldeck e Pyrmont in qualità di Reggente per la minore età di suo figlio Giorgio Vittorio. Tra i suoi primi atti ci fu una riforma del contingente Waldeck dell'esercito federale, implementata nel 1845 da ufficiali prussiani.[2] Le rivoluzioni del 1848 tebbero luogo durante il regno di Emma; a Waldeck portarono la convocazione di un nuovo parlamento.[3] Regno di Emma è stato descritto come una fase importante nella storia di Waldeck, con una revisione completa dell'organizzazione dello Stato.

Matrimonio e figli[modifica | modifica sorgente]

Sposò il 26 giugno 1823 al Castello di Schaumburg, Giorgio II, Principe di Waldeck e Pyrmont (1789–1845). La coppia ebbe cinque figli:

Ascendenza[modifica | modifica sorgente]

Principessa Emma di Anhalt-Bernburg-Schaumburg-Hoym Padre:
Vittorio II, Principe di Anhalt-Bernburg-Schaumburg-Hoym
Nonno paterno:
Carlo Luigi, Principe di Anhalt-Bernburg-Schaumburg-Hoym
Bisnonno paterno:
Vittorio I, Principe di Anhalt-Bernburg-Schaumburg-Hoym
Trisnonno paterno:
Lebrecht, Principe di Anhalt-Zeitz-Hoym
Trisnonna paterna:
Carlotta di Nassau-Dillenburg
Bisnonna paterna:
Carlotta Luisa di Isenburg-Büdingen-Birstein
Trisnonno paterno:
Guglielmo Maurizio, Conte di Isenburg-Büdingen-Birstein
Trisnonna paterna:
Anna Amalia di Isenburg-Büdingen
Nonna paterna:
Amalia Eleonora di Solms-Braunfels
Bisnonno paterno:
Federico Guglielmo I, Principe di Solms-Braunfels
Trisnonno paterno:
Guglielmo Maurizio, Conte di Solms-Braunfels
Trisnonna paterna:
Maddalena Sofia d'Assia-Homburg
Bisnonna paterna:
Sofia di Solm-Laubach
Trisnonno paterno:
Carlo Ottone, Conte di Solms-Laubach
Trisnonna paterna:
Luisa Albertina di Schönburg-Waldenburg
Madre:
Principessa Amalia di Nassau-Weilburg
Nonno materno:
Carlo Cristiano, Principe di Nassau-Weilburg
Bisnonno materno:
Carlo Augusto, Principe di Nassau-Weilburg
Trisnonno materno:
Giovanni Ernesto, Conte di Nassau-Weilburg
Trisnonna materna:
Maria Polissena di Leiningen-Hartsburg
Bisnonna materna:
Augusta Federica Guglielmina di Nassau-Idstein
Trisnonno materno:
Giorgio Augusto, Conte di Nassau-Idstein
Trisnonna materna:
Enrichetta Dorotea di Oettingen-Oettingen
Nonna materna:
Principessa Carolina d'Orange-Nassau
Bisnonno materno:
Guglielmo IV, Principe d'Orange
Trisnonno materno:
Giovanni Guglielmo Friso, Principe d'Orange
Trisnonna materna:
Langravia Maria Luisa d'Assia-Kassel
Bisnonna materna:
Anna, Principessa Reale
Trisnonno materno:
Giorgio II di Gran Bretagna
Trisnonna materna:
Carolina di Ansbach

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Christian von Stramberg, Anton Joseph Weidenbach: Denkwürdiger und nützlicher Rheinischer Antiquarius, R. F. Hergt, Koblenz, 1853, p. 322
  2. ^ Ingeborg Schnack: Lebensbilder aus Kurhessen und Waldeck 1830-1930, vol. 20, part 6, N. G. Elwert, Marburg, 1958, p. 366
  3. ^ see Rauch

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 35209800

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie