Emilia Pardo Bazán

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Monumento dedicato alla scrittrice

Emilia Pardo Bazán (La Coruña, 16 settembre 1851Madrid, 12 maggio 1921) è stata una scrittrice spagnola.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo essersi stabilita a Madrid, esercitò molta influenza sull'ambiente culturale con il suo salotto aperto ad artisti e letterati e con la rivista, da lei fondata e redatta dal 1891 al 1893, il Nuevo teatro crítico.

Viaggiò a lungo in Europa e soprattutto in Francia, e venne a contatto con gli esponenti del naturalismo, indirizzo che difese in molti scritti critici e polemici (La questione palpitante, 1883) e seguì nei suoi romanzi più famosi, La casa di Ulloa (Los pazos de Ulloa, 1886) e La madre naturaleza (1887).

Il naturalismo propugnato dalla scrittrice non era crudo come quello di Émile Zola, ma filtrato attraverso la tradizione culturale nazionale e la morale cristiana. Infatti dopo alcuni romanzi di transizione (Una cristiana, 1890; La prova, 1890) si andò evolvendo via via verso un Cristianesimo di intonazione tolstojana (La chimera, 1905; La sirena negra, 1908).

Ha lasciato pure un'abbondante produzione critica (La letteratura francese moderna, I poeti epici cristiani). Interessanti sono anche i racconti e i ricordi di viaggio (Ai piedi della torre Eiffel, 1889; Per la Spagna pittoresca, 1895; Per l'Europa cattolica, 1902).

I casali di Ulloa[modifica | modifica wikitesto]

Questo romanzo, pubblicato nel 1886, è composto da trenta capitoli che narrano gli avvenimenti nel paese Pazos de Ulloa dopo l'arrivo del giovane sacerdote Julián in casa del marchese.

I primi capitoli sono dedicati alla descrizione dei luoghi, dei personaggi principali e delle relazioni tra di loro con uno stile realista. Julián è il protagonista della storia: arriva a casa del marchese per badare ed educare Perucho, figlio illegittimo del marchese e della sua domestica Sabel. Però il marchese, seguendo il consiglio di Julián, si sposa con sua cugina Nucha con la quale avrà una bimba.

Dato che la moglie si ammala senza aver dato al marchese un erede maschio, costui riprende la relazione con Sabel. Alla fine Nucha sarà accusata di adulterio da parte di suo marito, e Julián dovrà andarsene da quella casa, dove tornerà solo dieci anni dopo.

Le ultime scene descrivono questo ritorno: attraverso gli occhi del sacerdote il lettore scopre che ora Perucho vive nella casa del marchese come un signorino mentre la sua sorellastra veste i panni di una serva.

I temi sono molteplici: si va da quello degli affetti famigliari, fortemente ostacolati da leggi esterne, al tema prettamente politico, come la sconfitta del marchese durante le elezioni municipali.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Dama Nobile dell'Ordine della regina Maria Luisa - nastrino per uniforme ordinaria Dama Nobile dell'Ordine della regina Maria Luisa

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN51699645 · LCCN: (ENn50080388 · ISNI: (EN0000 0001 2132 6876 · GND: (DE118641476 · BNF: (FRcb12004268k (data) · ULAN: (EN500040457