Emberiza schoeniclus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Migliarino di palude
Reed Bunting male and female.jpg
Maschio (in alto) e femmina (in basso) di Emberiza schoeniclus
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Passeriformes
Sottordine Oscines
Infraordine Passerida
Superfamiglia Passeroidea
Famiglia Emberizidae
Genere Emberiza
Specie E. schoeniclus
Nomenclatura binomiale
Emberiza schoeniclus
(Linnaeus, 1758)

Il migliarino di palude (Emberiza schoeniclus (Linnaeus, 1758)) è un uccello della famiglia degli Emberizidi.[2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La schiena di questo zigolo è simile a quella di altri uccelli del genere Emberiza e presenta delle striature marroni e nere; il maschio ha un cappuccio nero sulla testa che termina con un collare bianco; petto e ventre sono chiari; il becco è conico da granivoro.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Emberiza schoeniclus

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Come tutti gli zigoli, si nutre di semi, specie quelli che si sviluppano nelle zone palustri, ma non si fa scappare insetti e molluschi, specie nei mesi caldi.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Nidifica nei mesi tra aprile e luglio.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Dal nome italiano, si capisce che il suo habitat naturale sono le zone dove c'è acqua; non è un uccello molto comune in Italia, sono poche le coppie nidificanti, nel resto del mondo lo si può trovare nell'emisfero nord, di Europa, Asia, ed Africa. È possibile incontrarlo anche non in prossimità di zone umide in ottobre/novembre quando migra dalle regioni più settentrionali verso quelle meridionali.

Sistematica[modifica | modifica wikitesto]

Sono note le seguenti sottospecie:[2]

  • Emberiza schoeniclus lusitanica Steinbacher, 1930
  • Emberiza schoeniclus schoeniclus (Linnaeus, 1758)Russia
  • Emberiza schoeniclus passerina Pallas, 1771
  • Emberiza schoeniclus parvirostris Buturlin, 1910
  • Emberiza schoeniclus pyrrhulina (Swinhoe, 1876)
  • Emberiza schoeniclus pallidior Hartert, 1904
  • Emberiza schoeniclus stresemanni Steinbacher, 1930
  • Emberiza schoeniclus ukrainae (Zarudny, 1917)
  • Emberiza schoeniclus incognita (Zarudny, 1917)
  • Emberiza schoeniclus witherbyi von Jordans, 1923
  • Emberiza schoeniclus intermedia Degland, 1849
  • Emberiza schoeniclus tschusii Reiser & Almasy, 1898
  • Emberiza schoeniclus reiseri Hartert, 1904'
  • Emberiza schoeniclus caspia Ménétries, 1832'
  • Emberiza schoeniclus korejewi (Zarudny, 1907)'
  • Emberiza schoeniclus pyrrhuloides Pallas, 1811'
  • Emberiza schoeniclus harterti Sushkin, 1906
  • Emberiza schoeniclus centralasiae Hartert, 1904
  • Emberiza schoeniclus zaidamensis Portenko, 1929

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) BirdLife International 2012, Emberiza schoeniclus in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.3, IUCN, 2014.
  2. ^ a b (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Emberizidae in IOC World Bird Names (ver 4.4), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato l'11 maggio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli