Emberiza melanocephala

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Zigolo capinero
Black-headed Bunting.jpg
Emberiza melanocephala
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Tetrapoda
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Passeriformes
Sottordine Oscines
Infraordine Passerida
Superfamiglia Passeroidea
Famiglia Emberizidae
Genere Emberiza
Specie E. melanocephala
Nomenclatura binomiale
Emberiza melanocephala
Scopoli, 1769
Nomi comuni

Zigolo testanera

Lo zigolo capinero o zigolo testanera (Emberiza melanocephala Scopoli, 1769) è un uccello passeriforme appartenente alla famiglia Emberizidae, diffuso in Europa, Asia e Africa.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Tra gli zigoli europei è uni dei più grandi, con una lunghezza media di 17 cm, e quasi 28 g di peso. Ha la testa di colore nero, il groppone castano intenso, ali e coda neri, con il resto del corpo giallo. La femmina ha i colori meno intensi, con testa e groppone che danno sul grigio.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Uova di Emberiza melanocephala

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

Vive in gruppi di circa una decina di esemplari.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Si ciba di semi ed invertebrati, cercandoli per terra o sui cespugli.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

In Italia nidifica tra maggio e giugno.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

In Italia sono presenti poche coppie nidificanti, soprattutto nel Gargano e nell'Appennino meridionale, mentre nel resto del mondo lo si può trovare in Europa sud-orientale, Nordafrica, ed Asia sud-occidentale.[1]

Il suo habitat sono le zone coltivate di collina, vigneti, oliveti, frutteti, e aree a seminativi vari.

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

Alcuni autori considerano lo zigolo testa aranciata (Emberiza bruniceps Brandt, 1841) una sottospecie dello zigolo capinero (Emberiza melanocephala).

Conservazione[modifica | modifica sorgente]

Un esemplare maschio sull'isola di Lesbo, in Grecia

Risente dell'uccellagione.

Rapporti con l'uomo[modifica | modifica sorgente]

Può essere allevato e riprodotto con successo dall'uomo.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (EN) BirdLife International, 2012, Emberiza melanocephala in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Emberizidae in IOC World Bird Names (ver 4.2), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato l'11 maggio 2014.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]