Emanuele d'Orléans

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Emanuele d'Orléans

Emanuele d'Orléans, (in francese Philippe Emmanuel Maximilien Marie Eudes d'Orléans[1]) (Merano, 18 gennaio 1872Cannes, 1 febbraio 1931), era principe francese della casa d'Orléans[1], 8º duca di Vendôme[1] e duca di Alençon, per matrimonio divenne membro della famiglia reale del Belgio.

Famiglia d'origine[modifica | modifica sorgente]

Il "Duca di Vendôme" era figlio del principe Ferdinando d'Orléans "duca di Alençon" e della sua sposa, la duchessa Sofia Carlotta di Baviera[1], sorella minore dell'imperatrice Elisabetta d'Austria, della regina Maria Sofia delle Due Sicilie.
I suoi nonni paterni erano Luigi d'Orléans, duca di Nemours, e la principessa Vittoria di Sassonia-Coburgo-Kohary; quelli materni Massimiliano, duca in Baviera e la principessa Ludovica di Baviera.

Matrimonio[modifica | modifica sorgente]

Il 12 febbraio del 1896[1] egli sposò a Bruxelles la principessa Enrichetta del Belgio, figlia secondogenita del conte di Fiandra Filippo e della sua consorte Maria di Hohenzollern-Sigmaringen; la sposa era nipote del re Leopoldo II del Belgio e sorella maggiore del futuro re Alberto I.
Entrambi gli coniugi erano pronipoti del re "borghese" Luigi Filippo di Francia e della regina Maria Amalia, nata principessa delle Due Sicilie.

I duchi di Vendôme ebbero quattro figli:[1]

  • Maria Luisa d'Orléans, principessa di Francia, nata il 31 dicembre 1896 e morta l'8 marzo 1973, sposò nel 1916 Filippo di Borbone (1885-1949) principe delle Due Sicilie, matrimonio terminato con un divorzio nel 1925;
  • Sofia d'Orléans, principessa di Francia, nata il 19 ottobre 1898 e morta il 9 ottobre 1928, nubile;
  • Genoveffa d'Orléans, principessa di Francia, nata il 21 settembre 1901 e morta nel 1983, sposò il marchese Antonio di Chaponay-Morance (1893-1993);
  • Carlo Filippo di Vendôme, duca di Nemours, di Vendôme e d'Alençon, nato il 4 aprile 1905 e morto il 10 marzo 1970, sposò Margherita Watson (1899-1993).

La coppia condusse una vita lussuosa divisa tra le loro residenze in Belgio, Francia e Svizzera. La loro situazione mutò dopo la prima guerra mondiale, quando la loro fortuna declinò velocemente ed essi furono costretti a vendere alcune delle loro proprietà.
Il duca Emanuele morì improvvisamente nel 1931 ed è sepolto nella Cappella reale della famiglia Orlèans di Dreux.

Prima di sposare la principessa belga, Emanuele d'Orléans aveva sposato segretamente nel 1891 Louise de Maillé de la Tour Landry (1873-1893), morta nel dare alla luce il figlio Filippo (1893-1955), che sposò nel 1928 Elisabeth Mirou Mah Nedjid Khamuhii.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Onorificenze straniere[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere dell'Ordine del Toson d'Oro (spagnolo) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine del Toson d'Oro (spagnolo)
— 29 gennaio 1914[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e f Darryl Lundy, Genealogia del principe Emanuele d'Orléans, thePeerage.com, 10 maggio 2003. URL consultato il 1º ottobre 2009.
  2. ^ Bolletino Ufficiale di Stato

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Dominique Paoli, Henriette, duchesse de Vendôme, Racine, 2000.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]