Emanuele Filippini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Emanuele Filippini
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 167 cm
Peso 65 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 20 giugno 2009 - giocatore
Carriera
Giovanili
19??
1990-1991
Flag of None.svg Voluntas
Brescia Brescia
Squadre di club1
1991-1992 Brescia Brescia 0 (0)
1992-1995 Ospitaletto Ospitaletto 87 (5)
1995-2002 Brescia Brescia 200 (5)
2002-2004 Parma Parma 42 (3)
2004 Palermo Palermo 20 (4)
2004-2005 Lazio Lazio 27 (0)
2005-2006 Treviso Treviso 30 (2)
2006-2007 Bologna Bologna 37 (2)
2007-2009 Livorno Livorno 41 (1)[1]
Carriera da allenatore
2010 Brescia Brescia Vice Giov. naz.
2010-2012 Brescia Brescia Allievi reg.
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al gennaio 2010

Emanuele Filippini (Brescia, 3 luglio 1973) è un dirigente sportivo, allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista.

Ha un fratello gemello, Antonio, con il quale ha militato in più occasioni nella stessa squadra.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Giocatore[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver mosso i primi passi nella Voluntas[2] ed essere cresciuto nelle giovanili del Brescia, ha legato gran parte della sua carriera alla società lombarda.

Dopo la trafila nelle squadre giovanili della formazione cittadina, nella stagione 1991-1992 arrivano le prime panchine con la prima squadra, impegnata nel campionato di Serie B.

Per favorirne la maturazione atletica e tattica, la società decise quindi di cederlo in prestito all'Ospitaletto in Serie C, dove milita per tre stagioni. Nell'estate del 1995 rientra al Brescia, dove disputa due campionati in Serie B contribuendo alla promozione in Serie A nella stagione 1996-1997. L'anno successivo esordisce in Serie A il 31 agosto 1997 in Inter-Brescia (2-1). Il 21 dicembre successivo, in Brescia-Roma, il suo gemello protesta contro l'arbitro Piero Ceccarini ma è Emanuele ad essere espulso, ritrovandosi squalificato per una giornata.[3]

La sua prima stagione in massima serie si conclude con una retrocessione tra i cadetti. Seguiranno altri due anni di B con promozione nella seconda stagione. Disputa da titolare due campionati di Serie A (2000-2001 e 2001-2002) sempre con le "rondinelle", sotto la guida di Carlo Mazzone.

Nell'agosto del 2002 passa al Parma allenato da Cesare Prandelli. Rimane in Emilia-Romagna una stagione e mezza esordendo anche in Coppa UEFA.

Il 22 gennaio 2004, assieme al gemello Antonio, viene acquistato dal Palermo[4] e contribuisce alla promozione della squadra siciliana in Serie A. Qui palesa la sua passione per la musica rock, suonando la chitarra in un concerto eseguito nella Curva Nord dello Stadio Renzo Barbera insieme al gemello Antonio ed Andrea Gasbarroni.[5][6]

Il 31 agosto 2004 passa in prestito alla Lazio,[7] sempre insieme al gemello. L'anno dopo i due fratelli vengono ceduti in estate al Treviso alla sua prima annata in Serie A. La stagione si conclude con una retrocessione e le strade dei due fratelli si dividono nuovamente: Antonio passa al Livorno, in Serie A, e Emanuele va al Bologna, in Serie B.

L'anno dopo, Emanuele raggiunge il fratello a Livorno ma il campionato si conclude con una retrocessione. L'anno seguente la squadra amaranto ritrova subito la massima divisione attraverso i play-off ma, mentre Antonio riesce a ritagliarsi il suo spazio in squadra, Emanuele vive un campionato da coprimario disputando solo 11 partite e a fine anno non gli viene rinnovato il contratto. Si ritrova quindi svincolato e senza squadra, ponendo di fatto fine alla sua carriera all'età di 36 anni.

Allenatore[modifica | modifica sorgente]

Nel gennaio 2010 si accorda con il Brescia per intraprendere una collaborazione con Omar Danesi, in quel momento allenatore dei Giovanissimi Nazionali classe 1995.[8]. Nel luglio 2010 Danesi si trasferisce al Milan[9] e Filippini assume quindi le vesti di allenatore del gruppo dei '95, appena promossi nella categoria Allievi Regionali.[10]

Il 5 luglio 2012 acquisisce a Coverciano il titolo di allenatore di Prima Categoria UEFA Pro e quindi il diritto di ricoprire il ruolo di tecnico in una squadra della massima serie.[11] Nel frattempo, il 25 giugno 2012, assieme al fratello Antonio, si trasferisce al FeralpiSalò ricoprendo l'incarico di responsabile del settore giovanile[12] fino a giugno 2014.[13]

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Stagione Squadra Campionato Coppe europee Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1991-1992 Italia Brescia B 0 0 - - - 0 0
1992-1993 Italia Ospitaletto C2 27 1 - - - 27 1
1993-1994 C2 32 2 - - - 32 2
1994-1995 C1 30 2 - - - 30 2
Totale Ospitaletto 89 5 - - 89 5
1995-1996 Italia Brescia B 22 2 - - - 22 2
1996-1997 B 28 1 - - - 28 1
1997-1998 A 30 0 - - - 30 0
1998-1999 B 33 0 - - - 33 0
1999-2000 B 30 1 - - - 30 1
2000-2001 A 28 0 - - - 28 0
2001-2002 A 29 1 - - - 29 1
Totale Brescia 200 5 - - 200 5
2002-2003 Italia Parma A 30 2 CU 3 0 33 2
2003-gen. 2004 A 12 1 CU 4 2 16 3
Totale Parma 42 3 7 2 49 5
gen.-giu. 2004 Italia Palermo B 20 4 - - - 20 4
2004-2005 Italia Lazio A 27 0 CU 2 0 29 0
2005-2006 Italia Treviso A 30 2 - - - 30 2
2006-2007 Italia Bologna B 34 1 - - - 34 1
2007-2008 Italia Livorno A 30 1 - - - 30 1
2008-2009 B 11+2[14] 0 - - - 13 0
Totale Livorno 41+2 1+0 - - 43 1
Totale Serie A 216 7 - - - -
Totale 483+2 21+0 9 2 494 23

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Brescia: 1996-1997
Palermo: 2003-2004

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ 43 (1) se si comprendono i play-off.
  2. ^ Giuseppe Bagnati; Vito Maggio; Vincenzo Prestigiacomo, Il Palermo racconta: storie, confessioni e leggende rosanero, Palermo, Grafill, giugno 2004, p. 188, ISBN 88-8207-144-8.
  3. ^ Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 14 (1997-1998), Panini, 6 agosto 2012, p. 5.
  4. ^ Mercato: presi Antonio ed Emanuele Filippini, ilpalermocalcio.it, 22 gennaio 2004. URL consultato il 9 gennaio 2010.
  5. ^ L'ultima notte è di Toni archiviostorico.gazzetta.it
  6. ^ Emanuele Filippini: "La Serie A un'altra musica" Ilpalermocalcio.it
  7. ^ Quadriennale per Adriano, ceduti i Filippini e Vannucchi, riscattato Pepe Ilpalermocalcio.it
  8. ^ Emanuele Filippini nuovo aiuto allenatore dei Giovanissimi Nazionali, bresciaonline.it. URL consultato il 20 aprile 2011.
  9. ^ Settore giovanile pronto per la nuova stagione, milannews.it, 7 luglio 2010. URL consultato il 20 aprile 2011.
  10. ^ Alessandro Maffessoli, Allievi Regionali, domani esordio con la Feralpi Salò, bresciacalcio.it, 11 settembre 2010. URL consultato il 20 aprile 2011.
  11. ^ Coverciano, Roby Baggio tra i nuovi allenatori, Tuttomercatoweb.com, 5 luglio 2012.
  12. ^ Ufficiale: ecco i gemelli Filippini! Feralpisalo.it
  13. ^ Feralpi Salò, UFFICIALE: Addio ai gemelli Filippini in calciomercato.com, 23 giugno 2014. URL consultato il 23 giugno 2014.
  14. ^ Play-off.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]