Elysium Planitia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Elysium.
Elysium Planitia
Tipo Planitia
Pianeta Marte
Dati topografici
Coordinate 2°58′48″N 154°44′24″E / 2.98°N 154.74°E2.98; 154.74Coordinate: 2°58′48″N 154°44′24″E / 2.98°N 154.74°E2.98; 154.74
Diametro 3000,79 km
Localizzazione
Elysium Planitia
Mappa topografica di Marte. Proiezione equirettangolare. Area rappresentata: 90°N-90°S; 180°W-180°E.

L'Elysium Planitia è per estensione la seconda regione vulcanica di Marte, dopo i Monti Tharsis. Essa include, da nord a sud, i vulcani Hecates Tholus, Elysium Mons e Albor Tholus. È posizionata in prossimità dell'equatore ad una longitudine di 155° ovest.

Una foto dell'Elysium Planitia scattata dal veicolo spaziale Mars Express nel 2005 mostra che potrebbe essere ricoperta da acqua ghiacciata. Si è stimato che il volume del ghiaccio possa avere un'estensione dagli 800 ai 900 km e una profondità di 45m, molto simile come dimensioni di larghezza e profondità al Mare del Nord. [1]

Si pensa che il ghiaccio sia frutto dei resti di alcune inondazioni di acqua e flussi di lava nelle Cerberus Fossae (Fosse di Cerbero), fessurazioni della superficie datate all'incirca dai 2 ai 10 milioni di anni fa.

La superficie dell'area è frantumata in una serie di placche simili a pezzi di ghiaccio che galleggiano su un lago. Il cratere di impatto mostra che le placche sono più vecchie di oltre 1 milione di anni rispetto al materiale della fossa, dimostrando che l'area si è solidificata troppo lentamente per trattarsi di un materiale come la lava basaltica. [2]

Riferimenti[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Kelly Young, 'Pack ice' suggests frozen sea on Mars, New Scientist, 25 febbraio 2005. URL consultato il 2007-30-01.
  2. ^ John B. Murray et al., Evidence ... for a frozen sea close to Mars' equator in Nature, vol. 434, 17 marzo 2007, pp. 352–355. DOI:10.1038/nature03379.
Marte Portale Marte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marte