Elyesa Bazna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Elyesa Bazna

Elyesa Bazna, nome in codice Cicero (Pristina, 28 luglio 1904Monaco di Baviera, 21 dicembre 1970), è stato un agente segreto albanese. Operò durante la seconda guerra mondiale a favore della Germania nazista tramite Ludwig Carl Moyzisch membro del Dipartimento di Controspionaggio del Reich, Reichssicherheitshauptmat, in Turchia e poi tramite l'ambasciatore stesso Franz von Papen ad Ankara.

Vita[modifica | modifica wikitesto]

Elyesa Bazna nacque a Moslem, in Kosovo, da genitori albanesi e si trasferì in Turchia in giovane età. Bazna servì come cameriere prima l'ambasciatore yugoslavo in Turchia e successivamente il console tedesco, che lo licenziò per aver letto la sua posta.

Dal 1942 Bazna fu il cameriere dell'ambasciatore inglese sir Hughe Knatchbull-Hugessen ad Ankara. Bazna iniziò a fotografare documenti segreti inglesi il 21 ottobre 1943. Incontrò Ludwig Moyzisch, l'addetto commerciale dell'ambasciata tedesca ad Ankara, chiedendo 20.000 sterline inglesi per 56 documenti che aveva già fotografato. Diventò un agente tedesco a libro paga nel 1943 e gli venne dato il nome in codice di Cicero.

Giustificò il suo astio per il Regno Unito sostenendo che il padre era stato ucciso da un britannico. In realtà si trattava di una semplice scusa per coprire il suo desiderio di denaro: il padre era morto serenamente nel suo letto.

Spia per i tedeschi[modifica | modifica wikitesto]

Elyesa Bazna riuscì a sottrarre importanti informazioni circa molte conferenze internazionali e raid aerei come quello di Ploieşti ma solo informazioni marginali riguardo all'Operatione Overlord, il nome in codice dello sbarco in Normandia. La British intelligence credeva che Bazna non sapesse parlare inglese e che fosse "troppo stupido" per essere una spia. Moyzisch, nel suo libro pubblicato dopo la guerra, afferma che le informazioni che aveva fornito ai tedeschi erano sufficientemente valide da far sì che essi potessero prepararsi contro gli Alleati in occasione del loro sbarco in Normandia, ma che il Ministero degli Affari Esteri tedesco non avesse creduto nella veridicità delle informazioni per antipatie personali tra il ministro Joachim von Ribbentrop e l'ambasciatore Franz von Papen.

Inoltre l'Abwehr[1] ritenne, quando gli venne chiesto di valutare il materiale, che fosse totalmente inaffidabile.[2]

Durante i primi tre mesi del 1944 Cicero continuò a fornire ai tedeschi copie di documenti presi dall'ufficio e dalla cassaforte del suo datore di lavoro. Il denaro continuava a scorrere e il suo sogno di un futuro benessere sembrava assicurato.

Quando i documenti di Cicero predissero un bombardamento su Sofia, (Bulgaria), l'autenticità dell'informazione fu confermata, tanto che Moyzisch disse a Cicero che Hitler era intenzionato a regalargli una villa alla fine del conflitto.

Fine della carriera di spia[modifica | modifica wikitesto]

Nel frattempo, Bazna trovava sempre maggiori difficoltà nel continuare la sua attività di spia. Un nuovo sistema di allarme nell'ambasciata britannica rendeva necessario rimuovere un fusibile elettrico ogni qualvolta egli volesse aprire la cassaforte dell'ambasciatore. Inoltre Moyzisch reclutò un nuova segretaria di nome Nele Kapp, la figlia di un alto diplomatico tedesco, che aveva passato buona parte della sua giovinezza in paesi anglofoni.

Nele era nevrotica ed era difficile lavorarci insieme così che Moyzisch decise di licenziarla. Ciò che non sapeva era che lei si trovava in missione per gli alleati: Nele odiava i nazisti e stava fornendo informazioni all'OSS.[3] Temendo che Miss Kapp smascherasse la sua operazione, Bazna lasciò il servizio di sir Hughe.

Dall' aprile 1944 le forze naziste in Crimea si ritirarono completamente. Temendo di dover fronteggiare le forze sovietiche avanzanti da sole, se non avessero trovato un accordo con gli Alleati, i turchi rimpiazzarono il loro capo di stato maggiore filotedesco Fevzi Çakmak con Kazım Orbay, che era invece filobritannico.

Nell'agosto 1944 la Turchia peggiorò le relazioni diplomatiche con la Germania e nel febbraio 1945 le dichiarò guerra, quando ormai l'utilità di Cicero era già terminata.

Dopo la guerra[modifica | modifica wikitesto]

Bazna venne pagato £. 300.000 dall'Abwehr che lo tenne nascosto. Dopo la guerra cercò di mettersi in affari, ma si scoprì che le sterline con le quali era stato pagato erano contraffatte (vedi Operation Bernhard). Bazna successivamente tentò, senza successo, di citare in giudizio il governo tedesco per mancato pagamento.[4] Passò il resto della vita ad Istanbul, impartendo lezioni di canto e lavorando come venditore di auto usate.

Cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

Su Cicero venne pubblicato un libro-memoria di Ludwig Moyzisch nel 1950 intitolato Der Fall Cicero. Dodici anni dopo, nel 1962, un altro libro su di lui, I was Cicero, venne pubblicato dallo stesso Elyesa Bazna.

Un film su questi eventi, basato sul libro Operation Cicero di L.C. Moyzisch, fu prodotto dalla 20th Century Fox nel 1951. Fu intitolato 5 Fingers (titolo italiano: Operazione Cicero), diretto da Joseph L. Mankiewicz, e Bazna, rinominato Ulysses Diello, fu interpretato da James Mason.

La vita di Elyesa Bazna è romanzata nello sceneggiato televisivo Accadde ad Ankara del 1979, per la regi di Mario Landi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il servizio di spionaggio tedesco
  2. ^ Fino alla caduta di Wilhelm Canaris, l'Abwehr lavorò segretamente contro Hitler e era preparata a far credere al governo nazista qualunque tipo di falsità come lOperation Mincemeat e lOperation Fortitude[senza fonte]
  3. ^ Il servizio di spionaggio americano, divenuto dopo la seconda guerra mondiale CIA
  4. ^ vedi

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • François Kersaudy, L’affaire Cicéron ISBN 2-262-01921-5
  • L. C. Moyzisch, Der Fall Cicero, Palladium Verlag, Heidelberg, 1952
  • Ian Colvin, Chief of Intelligence, Gollancz, 1951

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 47553252 LCCN: n98103548

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie