Elvira Dones

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Elvira Dones (Durazzo, 1960) è una scrittrice, giornalista e sceneggiatrice albanese. Attualmente vive negli Stati Uniti dopo aver trascorso molti anni in Svizzera.

Opere[modifica | modifica sorgente]

Tra i suoi scritti:

  • Piccola guerra perfetta, Einaudi, 2011
  • I mari ovunque, Interlinea, Novara, 2007
  • Vergine giurata, Feltrinelli, Milano 2007
  • Bianco giorno offeso, Interlinea, Novara, 2004, (da cui è stato tratto il film tv Roulette, di Mohammed Soudani)
  • Sole bruciato, Feltrinelli (I Narratori), Milano, 2001
  • Senza bagagli, BESA, Lecce, 1998

Per la TSI ha creato i due documentari Cercando Brunilda e I ngujuar (Inchiodato, 2004)[1]. È del 2008 il Premio Fondazione Grinzane Cavour[2][3].

"Vergine giurata"[modifica | modifica sorgente]

Una giovane ragazza vestita da uomo ritratta in una foto di famiglia ha attirato l'attenzione dell'autrice a tal punto da costringerla ad un'indagine; il centro della ricerca è stato il fenomeno della conversione della donna in uomo, la donna che rifiuta la propria femminilità, fenomeno circoscritto alle montagne dell'Albania settentrionale e del Kosovo. Il frutto del suo lavoro è stato "Vergine giurata", un romanzo scritto in lingua italiana (in albanese "Hana"). Il libro tramite le vicende della protagonista indaga le ragioni e le conseguenze di questo fenomeno sociale disciplinato dal diritto tradizionale. Nel caso della protagonista del romanzo la metamorfosi appare l'unica via per sfuggire ad un matrimonio combinato; la scelta dettata dall'istinto segnerà tutta la sua esistenza.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Sceneggiatrice[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ E.D. in culturactif.ch
  2. ^ grinzane.it
  3. ^ comunitaitalofona.org

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]