Elmer Rice

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Elmer Leopold Rice

Elmer Leopold Rice, pseudonimo di Elmer L. Reizenstein (New York, 28 settembre 1892Southampton, 8 maggio 1967), è stato un regista, scrittore e drammaturgo statunitense.

Abbandonata nel 1914 la professione di avvocato, si dedicò esclusivamente al teatro. Fu uno dei più noti esponenti del teatro espressionista americano, affrontò nelle sue opere i problemi più scottanti della sua epoca, come la preponderante meccanicità della vita moderna, il contrasto fra l'ideologia socialista e l'American Way of Life, ecc., temi che si proponevano di far pensare e di provocare la discussione.

Diresse inoltre numerose organizzazioni ed iniziative tendenti a promuovere concezioni di avanguardia nel campo del teatro. Di suoi lavori più importanti fu anche regista.

Opere[modifica | modifica sorgente]

  • The Adding Machine - La macchina calcolatrice, del 1923.
  • Street Scene - Scena di strada, del 1929. Ebbe il Premio Pulitzer e una versione musicale del 1947 venne musicata da Kurt Weill.
  • Counsellor-at-law - L'avvocato, del 1931.
  • Judgment Day - Il giorno del giudizio, del 1934.
  • Between Two Worlds - Tra due mondi, del 1934.
  • Flight to the West - Volo a Occidente, del 1940.
  • Dream Girl - La sognatrice, commedia brillante che si distacca dai temi normalmente trattati dall'autore.
  • Minority Report - Rapporto sulle minoranze, del 1963, volume autobiografico.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 12388721 LCCN: n92055304