Elizabeth Stanley

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Elizabeth Stanley
Contessa di Huntingdon
Trattamento Lady
Altri titoli baronessa di Hastings
Lady Botreaux
Nascita Knowsley, Lancashire, 6 gennaio 1588
Morte Londra, 20 gennaio 1633
Sepoltura Chiesa parrocchiale di St. Helen, Ashby-de-la-Zouch
Dinastia Stanley
Padre Ferdinando Stanley, V conte di Derby
Madre Alice Spencer
Consorte Henry Hastings, V conte di Huntingdon

Lady Elizabeth Stanley (Knowsley, 6 gennaio 1588Londra, 20 gennaio 1633) è stata una nobildonna e scrittrice inglese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era la terzogenita di Ferdinando Stanley, V conte di Derby, signore di Mann, e di sua moglie, Alice Spencer. Era la pro-pro-nipote di Maria Tudor, duchessa di Suffolk, la sorella minore di Enrico VIII.

Dopo la morte della nonna, Lady Margaret Clifford, Elizabeth divenne terza in linea di successione al trono inglese. Alla morte della regina Elisabetta I nel 1603, Elizabeth e le sue sorelle maggiori, sono state sorpassate a favore di Giacomo VI di Scozia, discendente dalla sorella maggiore di Enrico VIII, Margherita Tudor.

Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Sposò, il 15 gennaio 1601, Henry Hastings, V conte di Huntingdon, unico figlio di Francis Hastings, barone Hastings e Lady Sarah Harrington. Ebbero quattro figli[1][2]:

Lady Elizabeth era un mecenate delle arti[3]. Era l'autrice di cinque manoscritti: quattro copie di preghiere, estratti biblici e meditazioni, e un volume di noti sermoni. Quarantasei delle sue lettere (scritte dal 1605 fino alla fine del 1632), forniscono una visione della sua vita e dei sentimenti personali.

Morte[modifica | modifica wikitesto]

Morì il 20 gennaio 1633, poco dopo il suo 45 ° compleanno, a Whitefriars, Londra, a casa del cognato, John Egerton, I conte di Bridgewater.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Collins, Arthur. The peerage of England, Volume 1 (Google Book), page 60. The Peerage of England
  2. ^ a b c d e Charles Mosley, Burke's Peerage and Baronetage, 107th edition, volume 2, page 2005.. URL consultato il 2010-12-08.
  3. ^ Kathy Lynn Emerson, A Who's Who of Tudor Women, sourced from Oxford Dictionary of National Biography, retrieved on 16-12-09