Elizabeth Gunning

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Elizabeth Campbell, ritratto di Richard Houston, nel 1750.

Elizabeth Campbell, I Baronessa di Hamilton Hameldon e duchessa di Argyll (dicembre 1733 - 20 dicembre 1790) è stata un celebrità della società irlandese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Elizabeth Gunning nacque a Hemingford Grey, nello Huntingdonshire, la figlia di John di Gunning, conte di Roscommon, e sua moglie, Bridget Bourke, figlia di Theobald Bourke (1681-1741), 6° Visconte Mayo. Elizabeth era la sorella maggiore di Mary Gunning.

Secondo alcune fonti, quando Mary e sua sorella Elizabeth raggiunse la maggiore età, la madre le ha esortate a guadagnarsi da vivere, a causa della povertà relativa della famiglia. Lavorarono per qualche tempo nei teatri di Dublino, fecero amicizia con alcuni attori, come Margareth Woffington, anche se non fu considerata una professione rispettabile, siccome molte attrici di quel tempo fungevano anche da cortigiane dei ricchi benefattori.

Divennero note e la loro fama giunse fino a Londra dove, il 2 dicembre 1750, vennero presentate a corte.

Matrimonio[modifica | modifica sorgente]

Primo Matrimonio[modifica | modifica sorgente]

Nel gennaio del 1752, Elizabeth incontrò il duca di Hamilton. Secondo Walpole, il 14 febbraio (giorno di San Valentino), a una festa a Bedford House, il duca dichiarò il suo desiderio di sposare Elizabeth quella notte stessa e chiamò parroco locale per la celebrazione della cerimonia. Tuttavia, senza una licenza, le pubblicazioni e un anello, il parroco si rifiutò. Alla fine si sposarono quella notte nella Cappella Mayfair (che non richiedono una licenza), in un matrimonio clandestino, così Elizabeth divenne duchessa di Hamilton.

La coppia ebbe tre figli:

Secondo Matrimonio[modifica | modifica sorgente]

Il 3 febbraio 1759 si sposò con John Campbell, marchese di Lorne.

La coppia ebbe cinque figli:

Dal 1761 al 1784, fu una Lady of the Bedchamber della regina Carlotta. Suo marito ricevette di duca di Argyll nel 1770, ed Elizabeth divenne nota come la duchessa di Argyll.

Il 20 maggio 1776, re Giorgio III, un ammiratore del suo tempo, la creò baronessa di Hamilton Hameldon nel suo pieno diritto.

Morte[modifica | modifica sorgente]

Morì il 20 dicembre 1790 ad Argyll House, a Londra, ed è stata sepolta a Kilmun, Argyllshire.