Elizabeth FitzAlan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Elizabeth FitzAlan (8 luglio 1366Hoveringham, 1425) fu una nobile inglese ed antenata di tre regine d'Inghilterra (Anna Bolena, Caterina Howard e Giovanna Grey), nonché di altri rilevanti membri dell'aristocrazia inglese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque nel Derbyshire da Richard FitzAlan, XI conte di Arundel e dalla prima moglie Elizabeth de Bohun. Sua madre era a sua volta figlia di William de Bohun, I conte di Northampton e di Elizabeth de Badlesmere.

Discendendo Elizabeth dall'unione di due famiglie di alto lignaggio ed influenza politica, la sua mano fu oggetto di diverse trattative matrimoniali tanto che salì all'altare quattro volte.

Il primo marito fu William Montacute, membro della famiglia Montacute (o Montagu), che sposò nel 1378. Il matrimonio durò fino al 6 agosto 1383, data di morte di William in seguito ad una giostra a Windsor[1].

Il secondo matrimonio pattuì l'alleanza politica tra i FitzAlan ed i Mowbray, uniti contro Riccardo II d'Inghilterra: Nel 1384 Elizabeth venne data in sposa a Thomas de Mowbray, I duca di Norfolk e diede al marito quattro figli[2]:

L'attività politica intrapresa da Norfolk comportò tuttavia la confisca di terre e titoli nonché la sua espulsione dal regno. Morì a venezia di peste nel 1399, prima della nascita dell'ultima figlia[3].

Con quattro figli ancora minori avuti da un ribelle deceduto in esilio e i cui averi erano stati sequestrati dalla corona, Elizabeth si trovava nella posizione di dover assicurarsi una qualche protezione attraverso un'altra unione matrimoniale. Il terzo marito fu Sir Robert Goushill (o Gousel) che sposò nel 1401[4]. La famiglia di Robert, che era stato già dal 1390 alleato di Thomas de Mowbray, vantava grandi proprietà terriere nel Nottinghamshire e nel Derbyshire dal XIII secolo[5].

Da questa terza unione nacquero altre due figlie[5]:

Robert rimase ucciso nella battaglia di Shrewsbury il 21 luglio 1403. Elizabeth commissionò per lui una tomba in alabastro nella chiesa di San Michele a Hoveringham, tuttora presente.

Rimase vedova per otto anni fino a che contrasse un quarto matrimonio con Sir Gerald Usflete, steward del duca di Lancaster.

Dopo la morte del quarto marito nel 1420, Elizabeth tornò a vivere a Hoveringham dove morì cinque anni dopo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Person Page 16052
  2. ^ Person Page 196
  3. ^ Richardson, Douglas, and Everingham, Kimball G. (ed.) (2005). Magna Carta Ancestry: A Study in Colonial and Medieval Families, pp. 601-02. Baltimore: Genealogical Publishing Company. ISBN 0-8063-1759-0.
  4. ^ Person Page 1385
  5. ^ a b Goushill Tomb

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]