Elisabetta di Danimarca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri personaggi con questo nome, vedi Elisabetta di Danimarca (disambigua).
Regno di Danimarca e Norvegia
Casato degli Oldenburg
Royal Arms of King Frederick IV of Denmark and Norway.svg

Cristiano I
Giovanni
Cristiano II
Federico I
Cristiano III
Federico II
Cristiano IV
Federico III
Cristiano V
Federico IV
Cristiano VI
Figli
Federico V
Cristiano VII
Federico VI
Cristiano VIII
Figli
Federico VII
Modifica
Elisabetta di Danimarca

Elisabetta di Danimarca (14 ottobre 152415 ottobre 1586) fu una principessa danese, figlia maggiore del re Federico I di Danimarca e della sua seconda moglie Sofia di Pomerania. Tramite matrimonio divenne anche duchessa, prima di Meclemburgo-Schwerin e poi di Meclemburgo-Güstrow.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Allevata presso la corte reale danese del suo fratellastro Cristiano III di Danimarca e descritta come di una bellezza straordinaria («Mai nella mia vita ho visto una fanciulla tanto bella e di buone maniere», scriveva l'ambasciatore inglese Robert Barnes al suo signore nel 1542), si fidanzò nel 1542 col duca Magnus III di Meclemburgo-Schwerin (4 luglio 1509-28 gennaio 1550), che era anche vescovo di Schwerin, sposandolo il 26 agosto 1543 a Kiel. Dopo 7 anni di matrimonio senza figli, rimasta vedova, tornò di nuovo in Danimarca.

Si sposò in seconde nozze il 14 febbraio 1556 col duca Ulrico III di Meclemburgo-Güstrov, cugino del suo precedente marito e suo successore alla cattedra episcopale di Schwerin. La sua unica figlia, Sofia di Meclemburgo-Güstrov andò in sposa al re di Danimarca Federico II. Il suo rapporto con Ulrico è descritto come felice. È interessante notare che Elisabetta era cugina della nonna di lui, Elisabetta di Danimarca, figlia di re Giovanni di Danimarca.


Elisabetta fece frequenti visite alla corte reale danese, e anche alla sua ex cognata, la regina Dorotea. Dopo che sua figlia divenne regina di Danimarca nel 1572, le sue visite si fecero sempre più frequenti. È descritta come gentile, sensibile, religiosa e pratica. Era attiva anche nel Mecklenburg-Güstrow: ha ricostruito chiese a Güstrow e Dobberan, e fu protettrice di ospedali e conventi.

Morì il 15 ottobre 1586 a Gjedser, durante il viaggio di ritorno dalla Danimarca, poco dopo aver visitato con il marito Tycho Brahe a Ven. Il suo corpo fu portato in Meclemburgo, nella cattedrale di Güstrow, dove è sepolta col marito e la seconda moglie di lui, Anna di Pomerania.

Ascendenza[modifica | modifica sorgente]

Elizabetta di Danimarca Padre:
Federico I di Danimarca
Nonno paterno:
Cristiano I di Danimarca
Bisnonno paterno:
Dietrich di Oldenburg
Trisnonno paterno:
Cristiano V di Oldenburg
Trisnonna paterna:
Agnes von Honstein
Bisnonna paterna:
Elvige di Schauenburg
Trisnonno paterno:
Gerardo VI conte di Holstein
Trisnonna paterna:
Caterina Elisabetta di Brunswick-Lüneburg
Nonna paterna:
Dorotea di Brandeburgo
Bisnonno paterno:
Giovanni, Margravio di Brandeburgo-Kulmbach
Trisnonno paterno:
Federico I elettore di Brandeburgo
Trisnonna paterna:
Elisabetta di Baviera-Landshut
Bisnonna paterna:
Barbara di Sassonia-Wittenberg
Trisnonno paterno:
Rodolfo III duca di Sassonia-Wittenberg
Trisnonna paterna:
Barbara di Liegnitz
Madre:
Sofia di Pomerania
Nonno materno:
Bogislao X di Pomerania
Bisnonno materno:
Eric II di Pomerania-Wolgast
Trisnonno materno:
Vartislao IX di Pomerania-Wolgast
Trisnonna materna:
Sofia di Sassonia-Lauenburg
Bisnonna materna:
Sofia di Pomerania-Stolp
Trisnonno materno:
Bogislao IX di Pomerania
Trisnonna materna:
Maria di Masovia
Nonna materna:
Anna Jagellone
Bisnonno materno:
Casimiro IV di Polonia
Trisnonno materno:
Ladislao II di Polonia
Trisnonna materna:
Sofia di Halshany
Bisnonna materna:
Elisabetta d'Asburgo
Trisnonno materno:
Alberto II d'Asburgo
Trisnonna materna:
Elisabetta di Lussemburgo

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Carl Frederik Bricka, Dansk Biografisk Lexikon, 1ª ed., vol. 4, pagg. 497-98.