Elisabetta Sofia di Brandeburgo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Margravia Elisabetta Sofia di Brandeburgo
Elisabeth Sophie von Brandenburg Gedeon Romandon 001.JPG
Nascita Cölln, 5 aprile 1674
Morte Römhild, 22 novembre 1748
Padre Federico Guglielmo, Elettore di Brandeburgo
Madre Sofia Dorotea di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Glücksburg
Coniugi Federico Casimiro Kettler
Cristiano Ernesto, Margravio di Brandeburgo-Bayreuth
Ernesto Luigi I, Duca di Sassonia-Meiningen
Figli Federico Guglielmo Kettler, Duca di Curlandia

Elisabetta Sofia di Hohenzollern (Cölln, 5 aprile 1674Römhild, 22 novembre 1748) fu una principessa del Brandeburgo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Elisabetta Sofia nascque da Federico Guglielmo I, Elettore di Brandeburgo e Sofia Dorotea di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Glücksburg. Sposò il 29 aprile 1691 suo cugino, il Duca Federico Casimiro Kettler di Curlandia (1650–1698)[1]. Il matrimonio fu combinato rafforzare i legami tra le due famiglie, già unita tramite le nozze della zia di Elisabetta Sofia, Luisa Carlotta di Brandeburgo, con Giacomo Kettler; nel 1703 suo fratello Alberto Federico avrebbe sposato la figlia di suo marito, Maria Dorotea di Curlandia. Quando suo marito morì nel 1698, Elisabetta Sofia divenne tutore-reggente congiunto insieme con il suo ex cognato Ferdinando. Nel gennaio del 1701, Elisabetta Sofia lasciò la Curlandia, suo figlio e la figliastra per la corte di suo fratello a Berlino. Nel 1703, fu formalmente privata della custodia di suo figlio e della reggenza. In seguito le fu data una indennità russa da Anna di Russia.

Sposò a Potsdam il 30 marzo 1703 Cristiano Ernesto di Brandeburgo-Bayreuth[1], divenendone la terza moglie. Ebbe molta influenza politica presso il marito, instaurando un governo filo-prussiano[2]. Convinse il marito a comprarle il castello di Erlangen, dove soggiornò e contribuì a incrementare enormemente il debito pubblico[3].

Non diede alcun figlio Cristiano Ernesto e rimase vedova nel 1712[4].

Il 3 giugno 1714 a Ehrenburg sposò in terze nozze il duca Ernesto Luigi I di Sassonia-Meiningen[1]. Anche da questo matrimonio non ebbe figli[5].

Elisabetta morì nella sua residenza presso il castello di Glücksburg a 74 anni e venne sepolta a Meiningen.

Discendenza[modifica | modifica wikitesto]

Diede al marito due figli[6]:

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Dama di Gran Croce dell'Ordine di Santa Caterina - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine di Santa Caterina

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Hohenzollern 3
  2. ^ Max Spindler, Andreas Kraus: Handbuch der bayerischen Geschichte, Band 3, C. H. Beck, 1995, p. 503
  3. ^ Martin Schieber: Erlangen: eine illustrierte Geschichte der Stadt, C. H. Beck, 2002, p. 49
  4. ^ Hohenzollern 3
  5. ^ Wettin 6
  6. ^ Kettler

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Ludwig Brunier: Kurland: Schilderungen von Land und Leuten, H. Matthes, 1868, p. 251 ff.
  • Julius Mebes: Beiträge zur Geschichte des Brandenburgisch-Preussischen Staates und Heeres, Band 2, Lüderitz, 1867, p. 146

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Duchessa di Curlandia e Semigallia Successore
Sofia Amalia di Nassau-Siegen 1691-1698 Anna I di Russia
Predecessore Margravia di Brandeburgo-Bayreuth Successore
Sofia Luisa di Württemberg 1703-1712 Sofia di Sassonia-Weissenfels
Predecessore Duchessa di Sassonia-Meiningen Successore
Dorotea Maria di Sassonia-Gotha-Altenburg 1714-1724 Carlotta Amalia d'Assia-Philippsthal

Controllo di autorità VIAF: 18120316