Elisabetta Plantageneta, duchessa di Exeter

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Elisabetta Plantageneta, duchessa di Exeter (Burford, 21 febbraio 136324 novembre 1426) , è stata una principessa inglese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Era la terzogenita di Giovanni di Gand, e della sua prima moglie, Bianca di Lancaster. Sua madre morì quando Elisabetta aveva cinque anni. In seguito suo padre si risposò con Katherine Swynford. Venne descritta come una giovane donna testarda e grintosa.

Matrimoni[modifica | modifica sorgente]

Primo Matrimonio[modifica | modifica sorgente]

Il 24 giugno 1380, al Castello di Kenilworth, sposò John Hastings, III conte di Pembroke. Elisabetta aveva diciassette anni e lo sposo solo otto anni[1]. Tuttavia, sei anni dopo, il matrimonio venne annullato.

Secondo Matrimonio[modifica | modifica sorgente]

Si dice che era stata sedotta dal fratellastro di suo cugino Riccardo II d'Inghilterra, John Holland, e che era rimasta incinta di lui. Questo costrinse il padre ad annullare il suo primo matrimonio, e il 24 giugno 1386, a Plymouth, Elisabetta sposò John Holland. La coppia ebbe cinque figli:

Terzo Matrimonio[modifica | modifica sorgente]

Holland è stato giustiziato nel 1400 per aver cospirato durante la rivolta di Epifania contro suo cugino, Enrico IV d'Inghilterra. Nello stesso anno, Elisabetta sposò John Cornwall, I barone Fanhope. La coppia ebbe due figli:

Il suo matrimonio con Sir John causò qualche scandalo, in quanto Sir John non riuscì a chiedere al fratello di Elisabetta il permesso di sposarla. Tuttavia, il matrimonio si dice che sia stato felice e amorevole[2].

Morte[modifica | modifica sorgente]

Morì il 24 novembre 1426 e fu sepolta nella Chiesa di Burford.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Weir, Alison., Katherine Swynford (London, 2008) pg.163
  2. ^ Barker, Juliet., Agincourt (London, 2005) pg. 152