Eliot Teltscher

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Eliot Teltscher
Dati biografici
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 186[1] cm
Peso 78[1] kg
Tennis Tennis pictogram.svg
Dati agonistici
Ritirato 1988
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 399-216
Titoli vinti 10
Miglior ranking 6° (7 maggio 1982)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open QF (1983)
Francia Roland Garros 4T (1979, 1982, 1983)
Regno Unito Wimbledon 3T (1977)
Stati Uniti US Open QF (1980, 1981, 1983)
Altri tornei
Tour Finals SF (1982)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 161-164
Titoli vinti 4
Miglior ranking 38° (26 agosto 1985)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 3T (1983)
Francia Roland Garros F (1981)
Regno Unito Wimbledon 3T (1985)
Stati Uniti US Open QF (1979)
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al 6 maggio 2010

Eliot Teltscher (Rancho Palos Verdes, 15 marzo 1959) è un ex tennista statunitense.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Carriera tennistica[modifica | modifica sorgente]

Inizi[modifica | modifica sorgente]

I genitori di Teltscher fuggirono da Israele durante l'Olocausto e il padre si arruolò nelle forze armate britanniche, si spostarono poi negli Stati Uniti d'America, dove Eliot nacque. A nove anni comincia a giocare a tennis e a 17 è nella top 10 nazionale a livello junior. Durante il suo unico anno alla UCLA, nel 1978, viene insignito del titolo All-American, lo stesso anno ad Auckland sconfigge Onny Parun conquistando il Benson & Hedges New Zealand Open.

Professionismo[modifica | modifica sorgente]

Nel 1977 Teltscher diventa professionista. Rimarrà nella top 10 mondiale dal 1980-1982, fino ad uscire dai primi quindi a partire dal 1984. Raggiungerà la sua migliore posizione il 7 maggio 1982, quando salirà alla sesta.

Insieme a Terry Moor ha raggiunto la finale di doppio al Roland Garros nel 1981 e due anni dopo, sempre a Parigi, ha vinto il titolo di doppio misto giocando con Barbara Jordan. Nel 1980, 1981 e 1983 è arrivato fino ai quarti di finale degli Us Open, perdendo tutte e tre le volte contro Jimmy Connors, nel 1983 è arrivato ai quarti anche degli Australian Open. Ha vinto dieci tornei di singolare prima di ritirarsi nel 1988.

Nel 1982, 1983 e 1985 ha fatto parte della squadra statunitense di Coppa Davis dove ha collezionato cinque vittorie e quattro sconfitte e ha vinto l'edizione del 1982.

Dopo il ritiro[modifica | modifica sorgente]

L'anno seguente al suo ritiro è diventato membro dell'ATP Players Board. Nell'anno scolastico 1991-1992 è stato capo-allenatore di tennis alla Pepperdine University. Dal 1992 al 1997 ha seguito come allenatore personale Justin Gimelstob, Richey Reneberg, Jeff Tarango, Pete Sampras e Jim Grab, nello stesso periodo ha insegnato al Manhattan Beach Country Club.

Dal 1998 al 2001 è stato maestro federale prima di dimettersi per diventare allenatore personale dell'allora diciannovenne Taylor Dent. Nel dicembre 2002 è entrato nell'organigramma della USTA (United States Tennis Association). L'anno seguente è stato nominato allenatore della squadra statunitense in occasione dei XIV Giochi Panamericani. Nel 1991 inoltre è stato incluso nella National Jewish Sports Hall of Fame.

Statistiche e record[modifica | modifica sorgente]

Singolare[modifica | modifica sorgente]

Vittorie (10)[modifica | modifica sorgente]

N. Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 1978 Hong Kong Cemento Stati Uniti Pat Du Pré 6–4, 6–3, 6–2
2. 1979 Atlanta, Stati Uniti Cemento Australia John Alexander 6–3, 4–6, 6–2
3. 1980 Atlanta, Stati Uniti Cemento Stati Uniti Terry Moor 6–2, 6–2
4. 1980 Maui, Stati Uniti Cemento Stati Uniti Tim Wilkison 7–6, 6–3
5. 1981 San Juan, Stati Uniti Cemento Stati Uniti Tim Gullikson 6–4, 6–2
6. 1981 San Francisco, Stati Uniti Carpet Stati Uniti Brian Teacher 6–3, 7–6
7. 1983 Tokyo, Giappone Cemento Ecuador Andrés Gómez 7–5, 3–6, 6–1
8. 1984 Brisbane, Australia Cemento Paraguay Francisco González 3–6, 6–3, 6–4
9. 1984 Johannesburg, Sudafrica Cemento Stati Uniti Vitas Gerulaitis 6–3, 6–1, 7–6
10. 1987 Hong Kong Cemento Australia John Fitzgerald 6–7, 3–6, 6–1, 6–2, 7–5

Finali perse (14)[modifica | modifica sorgente]

N. Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 1978 Atlanta, Stati Uniti Cemento Stati Uniti Stan Smith 4–6, 6–1, 2–1, rit.
2. 1980 Birmingham, Stati Uniti Carpet Stati Uniti Jimmy Connors 6–3, 6–2
3. 1980 New Orleans, Stati Uniti Carpet Polonia Wojciech Fibak 6–4, 7–5
4. 1980 San Francisco, Stati Uniti Carpet Stati Uniti Gene Mayer 6–2, 2–6, 6–1
5. 1980 Cina Sintetico Stati Uniti Jimmy Connors 6–2, 6–4
6. 1980 Tokyo Outdoor, Giappone Terra rossa Cecoslovacchia Ivan Lendl 3–6, 6–4, 6–0
7. 1981 Montreal, Canada Cemento Cecoslovacchia Ivan Lendl 6–3, 6–2
8. 1981 Tokyo, Giappone Terra rossa Ungheria Balázs Taróczy 6–3, 1–6, 7–6
9. 1982 Roma, Italia Terra rossa Ecuador Andrés Gómez 6–2, 6–3, 6–2
10. 1982 Melbourne Indoor, Australia Sintetico Stati Uniti Vitas Gerulaitis 2–6, 6–2, 6–2
11. 1983 La Quinta, Stati Uniti Cemento Spagna José Higueras 6–4, 6–2
12. 1984 Los Angeles, Stati Uniti Cemento Stati Uniti Jimmy Connors 6–4, 4–6, 6–4
13. 1987 Scottsdale, Stati Uniti Cemento Stati Uniti Brad Gilbert 6–2, 6–2
14. 1988 Guarujá, Brasile Cemento Brasile Luiz Mattar 6–3, 6–3

Doppio[modifica | modifica sorgente]

Vittorie (4)[modifica | modifica sorgente]

N. Date Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 1979 Tulsa, Stati Uniti Cemento (i) Paraguay Francisco González Australia Colin Dibley
Stati Uniti Tom Gullikson
6–7, 7–5, 6–3
2. 1980 New Orleans, Stati Uniti Carpet Stati Uniti Terry Moor Sudafrica Raymond Moore
Sudafrica Robert Trogolo
7–6, 6–1
3. 1982 Delray Beach, Stati Uniti Terra rossa Stati Uniti Mel Purcell Cecoslovacchia Tomáš Šmíd
Ungheria Balázs Taróczy
6–4, 7–6
4. 1982 Maui, Stati Uniti Cemento Stati Uniti Mike Cahill Paraguay Francisco González
Sudafrica Bernard Mitton
6–4, 6–4

Finali perse (10)[modifica | modifica sorgente]

N. Date Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 1978 Columbus, Stati Uniti Terra rossa Messico Marcelo Lara Australia Colin Dibley
Australia Bob Giltinan
6–2, 6–3
2. 1979 Atlanta, Stati Uniti Cemento Australia Steve Docherty Sudafrica Raymond Moore
Romania Ilie Năstase
6–4, 6–2
3. 1980 Roma, Italia Terra rossa Ungheria Balázs Taróczy Australia Mark Edmondson
Australia Kim Warwick
7–6, 7–6
4. 1980 Columbus, Stati Uniti Cemento Stati Uniti Peter Fleming Stati Uniti Brian Gottfried
Stati Uniti Sandy Mayer
6–4, 6–2
5. 1980 Tokyo, Giappone Terra rossa Stati Uniti Terry Moor Australia Ross Case
Cile Jaime Fillol
6–3, 3–6, 6–4
6. 1980 Wembley, Inghilterra Carpet Stati Uniti Bill Scanlon Stati Uniti Peter Fleming
Stati Uniti John McEnroe
7–5, 6–3
7. 1981 San Juan, Porto Rico Cemento Stati Uniti Tim Gullikson Stati Uniti Tim Mayotte
Stati Uniti Chris Mayotte
6–4, 7–6
8. 1981 La Quinta, Stati Uniti Cemento Stati Uniti Terry Moor Stati Uniti Bruce Manson
Stati Uniti Brian Teacher
7–6, 6–2
9. 1981 Parigi, Francia Terra rossa Stati Uniti Terry Moor Svizzera Heinz Günthardt
Ungheria Balázs Taróczy
6–2, 7–6, 6–3
10. 1984 Johannesburg, Sudafrica Cemento Stati Uniti Steve Meister Stati Uniti Tracy Delatte
Paraguay Francisco González
7–6, 6–1

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Eliot Teltscher, atpworldtour.com. URL consultato il 06-05-2010.