Elio Sgreccia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Elio Sgreccia
cardinale di Santa Romana Chiesa
Cardinal Elio Sgreccia.jpg
Coat of arms of Elio Sgreccia.svg
Ut vitam habeant
Titolo Cardinale diacono di Sant'Angelo in Pescheria
Incarichi attuali Presidente emerito della Pontificia Accademia per la Vita
Nato 6 giugno 1928 a Nidastore
Ordinato presbitero 29 giugno 1952 dal vescovo Vincenzo Del Signore
Consacrato vescovo 6 gennaio 1993 da papa Giovanni Paolo II
Creato cardinale 20 novembre 2010 da papa Benedetto XVI

Elio Sgreccia (Nidastore, 6 giugno 1928) è un cardinale, vescovo cattolico e teologo italiano, uno dei maggiori bioeticisti a livello internazionale[1][2].

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nacque a Nidastore, frazione di Arcevia in provincia di Ancona, il 6 giugno 1928. Fu ordinato presbitero per la diocesi di Fano il 29 giugno 1952 per mano del vescovo Vincenzo Del Signore. Conseguì gli studi in teologia nel 1963 e si laureò in lettere e filosofia all'Università di Bologna.

Dal 1954 al 1972 fu dapprima vicerettore, poi docente e infine rettore del Pontificio Seminario Regionale Pio XI di Fano. Di seguito, dal 1972 al 1973, fu vicario generale della Diocesi di Fossombrone. A partire dal 1974 e per dieci anni fu assistente spirituale alla facoltà di medicina e chirurgia presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore. Docente di Bioetica all'interno dello stesso ateneo dal 1984, divenne ordinario nel 1990. Dal 1985 al 2006 fu direttore del Centro di Bioetica dell'Università Cattolica del Sacro Cuore e dal 1998 al 2005 fu direttore del Centro per la Cooperazione Internazionale per la medesima università. Nel 1990 venne eletto membro del Comitato Nazionale per la Bioetica, incarico mantenuto fino al 2006. Dal 1992 al 2000 fu inoltre direttore dell'Istituto di Bioetica.

Papa Giovanni Paolo II lo elesse vescovo il 5 novembre 1992 e gli affidò la sede titolare di Zama minore. Fu consacrato il 6 gennaio 1993, nella solennità dell'epifania insieme ad altri dieci presbiteri, dallo stesso papa Wojtyła.

Nell'anno 2001 fu un componente della Commissione delle linee guida nell'ambito della consulenza e dei test genetici per il Ministero della Sanità. Dal 2003 è presidente della Federazione Internazionale dei Centri e Istituti di Bioetica d'Ispirazione Personalista (FIBIP), mentre dal 2004 è presidente della Fondazione Ut Vitam Habeant e dell'Associazione Donum Vitae.

Dal 3 gennaio 2005 al 17 giugno 2008 è stato presidente della Pontificia Accademia per la Vita, dalla quale si è dimesso per raggiunti limiti di età e di cui rimane presidente emerito, configurandosi come portavoce delle posizioni della Chiesa su questioni etiche controverse come l'aborto, la contraccezione, l'eutanasia e la ricerca sulle cellule staminali embrionali.

Papa Benedetto XVI, in considerazione della sua generosità e dedizione nel servizio alla Chiesa, lo ha creato cardinale nel concistoro del 20 novembre 2010, assegnandogli la diaconia di Sant'Angelo in Pescheria. Avendo superato gli 80 anni, secondo le disposizioni di papa Paolo VI, non entra a far parte dei cardinali elettori.

Genealogia episcopale[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Genealogia episcopale.

Opere[modifica | modifica sorgente]

Autore di numerose pubblicazioni, tradotte in numerose lingue:

  • Bioetica. Manuale per medici e biologi, Editrice Vita e Pensiero, Milano 1986
  • La trasmissione della vita nell'insegnamento di Giovanni Paolo II, Di Pietro M. Luisa, Editrice Vita e Pensiero, Milano 1989
  • Nuova genetica ed embriopoiesi umana. Prospettive della scienza e riflessioni etiche, Serra Angelo, Di Pietro M. Luisa, Editrice Vita e Pensiero, Milano 1991
  • Manuale di bioetica. Aspetti medico-sociali, Editrice Vita e Pensiero, Milano 1991
  • Manuale di bioetica. Fondamenti ed etica biomedica, Editrice Vita e Pensiero, Milano 1994
  • Manuale di bioetica. Aspetti medico-sociali, Editrice Vita e Pensiero, Milano 1996
  • Procreazione assistita e fecondazione artificiale tra scienza, bioetica e diritto, Di Pietro M. Luisa, Editrice La Scuola, 1999
  • Manuale di bioetica. Fondamenti ed etica biomedica, Editrice Vita e Pensiero, Milano 2000
  • Manuale di bioetica. Aspetti medico-sociali, Editrice Vita e Pensiero, Milano 2002
  • Manuale di bioetica. Fondamenti ed etica biomedica, Editrice Vita e Pensiero, Milano 2007
  • La bioetica nel quotidiano, Editrice Vita e Pensiero, Milano 2006
  • The human embryo before implantation. Scientific aspects and bioethical considerations, Laffitte Jean, Libreria Editrice Vaticana, 2009

Onorificenze e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
«Di iniziativa del Presidente della Repubblica»
— 6 marzo 2000[3]
Dottorato honoris causa - nastrino per uniforme ordinaria Dottorato honoris causa
— Pontificia Universidad Católica Argentina, 11 giugno 2008[4].
Dottorato honoris causa in bioetica - nastrino per uniforme ordinaria Dottorato honoris causa in bioetica
— Pontificio Ateneo Regina Apostolorum, 25 marzo 2011[5].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Sito ufficiale dell'Università L.U.de.S. - Lectio Magistralis di S.E. Mons. Elio Sgreccia all' Università Ludes
  2. ^ M. L. Di Pietro, a cura di, "Segnalazioni bibliografiche" in Medicina e morale, marzo 2011
  3. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.
  4. ^ Sito della Pontificia Universidad Católica Argentina
  5. ^ Sito del Pontificio Ateneo Regina Apostolorum

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Vescovo titolare di Zama Minore Successore BishopCoA PioM.svg
Alfonso Cabezas Aristizábal 5 novembre 1992 - 20 novembre 2010 Barthélemy Adoukonou
Predecessore Segretario del Pontificio consiglio per la famiglia Successore Coat of arms of the Vatican City.svg
Francisco José Cox Huneeus 5 novembre 1992 - 3 aprile 1996 Francisco Gil Hellín
Predecessore Vicepresidente della Pontificia Accademia per la Vita Successore Coat of arms of the Vatican City.svg
 ? 1° giugno 1994 - 3 gennaio 2005  ?
Predecessore Presidente della Pontificia Accademia per la Vita Successore Coat of arms of the Vatican City.svg
Juan de Dios Vial Correa 3 gennaio 2005 - 17 giugno 2008 Rino Fisichella
Predecessore Cardinale diacono di Sant'Angelo in Pescheria Successore CardinalCoA PioM.svg
Augusto Álvaro da Silva dal 20 novembre 2010 in carica

Controllo di autorità VIAF: 100899341 LCCN: n78067901