Elio Gandolfi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Elio Gandolfi
Elio Gandolfi
Elio Gandolfi
Nazionalità Italia Italia
Genere
Periodo di attività 1965-1986

Elio Gandolfi (Argenta, 26 giugno 1951) è un cantante italiano attivo negli anni sessanta.

Nasce a Traghetto, frazione del comune di Argenta (Ferrara) ai confini con la provincia di Bologna.

Agli esordi viene accostato a Gianni Morandi, non tanto per lo stile canoro (profondamente diverso), quanto per una vaga rassomiglianza e la giovane età, dato che a soli 16 anni vince il Festival di Castrocaro 1967 assieme a Giusy Romeo.

Acquisisce così il diritto di partecipare al Festival di Sanremo 1968, dove interpreta La vita in abbinamento con Shirley Bassey. Nello stesso anno prende parte al Cantagiro nel Girone B, con il brano Un anno di più, classificandosi al terzo posto. Nello stesso anno partecipa a diverse puntate della trasmissione 'Sette voci' condotta da Pippo Baudo.

Partecipa quale ospite a diverse trasmissioni televisive e radiofoniche presentando brani quali: "Non c'è nessuno che mi vuol bene" [Mino Reitano] e "I giorni tuoi le notti mie" [Ennio Morricone] colonna sonora rimasta inedita della trasmissione televisiva "Giovanni ed Elviruccia" con Paolo Panelli e Bice Valori.

Nel 1969 ritorna al Festival di Sanremo proponendo Il sole è tramontato in coppia con Checco, venendo nuovamente escluso dalla serata finale.

Nel 1972 tiene a battesimo le prime puntate di "Canzoni in transito", un programma radiofonico fra i più fortunati dell'epoca di Radio Capodistria, ideandolo e conducendolo assieme a Ruggero Po.

Discografia[modifica | modifica sorgente]