Elezioni regionali in Trentino-Alto Adige del 2008

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Le elezioni regionali in Trentino-Alto Adige del 2008 si sono svolte il 26 ottobre 2008 nella Provincia di Bolzano e il 9 novembre nella Provincia di Trento[1].

Nella provincia di Trento, si è registrata la vittoria del presidente uscente Lorenzo Dellai, sostenuto dal centro-sinistra, che ha sconfitto Sergio Divina, sostenuto dal centro-destra. Nella provincia di Bolzano, le elezioni hanno visto prevalere la Südtiroler Volkspartei e Luis Durnwalder è stato confermato presidente della provincia.

Inizialmente anche in Trentino era stata individuata la data del 26 ottobre[2], ma è stata rinviata a causa di ricorsi sull'ammissione delle liste. Il 25 settembre erano state ammesse ventitré liste[3], poi ridotte a ventuno a causa dell'esclusione di Unione dei Democratici Cristiani e di Centro (UDC) e Autonomisti Popolari per vizi di forma[4]. Le due formazioni politiche avevano poi fatto ricorso al TAR di Trento, ottenendo di essere riammesse alle consultazioni[5]. Il 17 ottobre il Consiglio di Stato ha però accolto l'istanza cautelare della Lega Nord, ottenendo l'esclusione definitiva dell'UDC dalle elezioni[6] e lo slittamento della data a causa dei tempi troppo ravvicinati.

Come da legge elettorale regionale del 2003, gli elettori hanno votato il rinnovo del proprio consiglio provinciale (di Bolzano o di Trento), che insieme hanno formato quello regionale.

Insieme alla tornata elettorale abruzzese, queste elezioni hanno rappresentato il primo banco di prova del nuovo scenario politico scaturito dalle elezioni politiche anticipate di aprile. In Trentino-Alto Adige si sono presentati infatti per la prima volta in corsa per il consiglio regionale i partiti nazionali Partito Democratico, Il Popolo della Libertà e La Destra, e i regionali Unione per il Trentino e Valli Unite.[7]

Provincia di Bolzano[modifica | modifica sorgente]

Elezioni regionali 2008
Alto Adige Alto Adige
Alto Adige 2008.png
Precedenti 2003
Successive 2013

Legge elettorale[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Consiglio della Provincia autonoma di Bolzano.

In Alto Adige gli elettori sono stati chiamati a votare le liste di partito, scegliendo quattro candidati al loro interno, per comporre il Consiglio. Non era prevista l'elezione del Presidente della Provincia, la cui nomina è di competenza dell'assise rappresentativa.

Risultati[modifica | modifica sorgente]

L'affluenza è stata dell'80,1%, con un totale di 313.931 votanti. Le schede bianche sono state 3.447 (1,1% sul totale) e le schede nulle 5.869 (1,9%).[8]

Composizione del Consiglio della Provincia di Bolzano dopo le elezioni Provinciali 2008.
Liste Voti  % Seggi
Südtiroler Volkspartei 146.545 48,1 18
Die Freiheitlichen 43.614 14,3 5
Il Popolo della Libertà 25.294 8,3 3
Partito Democratico 18.139 6,0 2
Verdi-Grüne-Vërc 17.743 5,8 2
Süd-Tiroler Freiheit 14.888 4,9 2
Union für Südtirol 7.048 2,3 1
Lega Nord 6.411 2,1 1
Unitalia 5.688 1,9 1
Italia dei Valori 5,009 1,6 -
Unione dei Democratici Cristiani e di Centro 3.792 1,2 -
Bürger Bewegung 3.622 1,2 -
Ladins Dolomites 3.334 1,1 -
Sinistra dell'Alto Adige (PRC-SD-PS) 2.226 0,7 -
Partito dei Comunisti Italiani 1.262 0,4 -
Totale 304.615 100% 35

Fonte: Provincia di Bolzano

Queste elezioni hanno visto scendere sotto la soglia del 50% dei voti per la prima volta in un'elezione provinciale la Südtiroler Volkspartei, anche se ha mantenuto la maggioranza dei seggi in Consiglio. Il partito della destra sudtirolese Die Freiheitlichen ha triplicato i propri consensi rispetto a cinque anni prima.[8]

Provincia di Trento[modifica | modifica sorgente]

Elezioni provinciali in Trentino del 2008
Data 9 novembre 2008
Lorenzo Dellai FE 2009.JPG Sergio Divina.JPG
Candidati Lorenzo Dellai Sergio Divina
Partito Unione per il Trentino Lega Nord
Voti 185.046
56,99 %
105.692
36,50 %
Seggi 21 13
Trentino 2008 Partiti.png
Trentino 2008 Coalizioni.png
Presidente uscente
Lorenzo Dellai (UpT)
Left arrow.svg 2003 2013 Right arrow.svg

Legge elettorale[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Consiglio della Provincia autonoma di Trento.

In Trentino le elezioni si sono svolte sulla base della normativa contenuta nella legge n°2 del 5 marzo 2003, già applicata nella precedente tornata elettorale, che prevede l'elezione diretta del Presidente della Provincia e la possibilità di preferenza per un singolo partito ad esso collegato e per tre candidati consiglieri.

Candidati[modifica | modifica sorgente]

Lorenzo Dellai, presidente della provincia di Trento dal 1999, è stato nuovamente il candidato del centro-sinistra per la presidenza. È stato sostenuto dall'Unione per il Trentino, partito regionale fondato dallo stesso Dellai nella primavera del 2008, dal Partito Democratico (PD), guidato dal sindaco di Trento Alberto Pacher, dal PATT e altri partiti da sempre a sostegno del centro-sinistra. Invece l'Italia dei Valori, che in Trentino aveva sempre presentato un proprio candidato fuori dagli schieramenti, ha appoggiato per la prima volta Dellai. Anche l'Unione dei Democratici Cristiani e di Centro (UDC) aveva scelto di sostenere il centro-sinistra[9], ma è stata esclusa dalle elezioni per vizi di forma; mentre il Partito Socialista non è riuscito a formare una lista.[10][11]

Sergio Divina è stato invece il candidato del centro-destra. Oltre al suo partito, la Lega Nord, è stato sostenuto da Il Popolo della Libertà (PdL), al quale hanno aderito anche alcuni politici dell'UDC in rotta con il partito, dal Partito Pensionati, guidato da Claudio Taverna, e da altri partiti di destra. Partiti di nuova fondazione che hanno appoggiato Divina sono stati Valli Unite, Autonomisti Popolari e Fassa, lista per le minoranze ladine; era inoltre presente la lista "Civica per Divina presidente" formata da candidati non collegati con partiti politici.[12]

Composizione del consiglio della Provincia di Trento dopo le Elezioni provinciali del 2008.

Un altro candidato è stato Agostino Catalano, sostenuto da Partito della Rifondazione Comunista e Sinistra Democratica, uniti nella lista "La Sinistra del Trentino"[13]; mentre Gianfranco Valduga è stato il candidato proposto dal Partito dei Comunisti Italiani. Nerio Giovanazzi poi, politico proveniente dalle file di Forza Italia e che aveva scelto di non aderire al PdL, si è presentato alle elezioni sostenuto dalle liste "Amministrare il Trentino" e "Giovani per il Trentino"[14]. Infine Remo Andreolli, ex-assessore provinciale alla sanità ed ex-esponente dei Democratici di Sinistra, ha scelto di correre autonomamente dopo essersi visto rifiutare un posto nelle liste del PD ed è stato appoggiato dalla lista "Democratici per il Trentino"[15].

Risultati[modifica | modifica sorgente]

L'affluenza è stata del 73,07%, con 297.723 votanti su 407.455 iscritti (nel 2003 era stata del 74,22%).[16] Di seguito i risultati:[17][18][19]

Candidati e Liste Voti  % Seggi
Lorenzo Dellai 185.046 56,99 [nota 1]1
Partito Democratico 59.218 21,62 8
Unione per il Trentino 49.077 17,92 6
Partito Autonomista Trentino Tirolese 23.335 8,52 3
Federazione dei Verdi 7.579 2,77 1
Italia dei Valori 7.474 2,73 1
Leali al Trentino 6.435 2,35 -
Union Autonomista Ladina 3,205 1,17 [nota 2]1
Sergio Divina 105.692 36,50 1
Lega Nord 38.533 14,07 6
Il Popolo della Libertà 33.597 12,26 5
Civica per Divina Presidente 11.831 4,32 [nota 3]1
Valli Unite 5.846 2,13 -
Pensionati 3.597 1,31 -
Fassa 1.669 0,61 -
Fiamma Tricolore 1.652 0,60 -
La Destra 1.643 0,60 -
Inquilini Case Popolari 1.375 0,50 -
Autonomisti Popolari 802 0,29 -
Nerio Giovannazzi 8.399 2,90 1
Amministrare il Trentino 4.429 1,62 [nota 3]-
Giovani per il Trentino 2.716 0,99 -
Remo Andreolli 5.653 1,95 -
Democratici per il Trentino 5.363 1,96 -
Agostino Catalano 3.354 1,16 -
La Sinistra (PRC-SD) 3.190 1,16 -
Gianfranco Valduga 1.447 0,50 -
Partito dei Comunisti Italiani 1.372 0,50 -
Totale alle liste 273.939 32
TOTALE 289.591 35
  1. ^ Il Presidente della Provincia è di diritto membro del Consiglio.
  2. ^ Candidato ladino.
  3. ^ a b Un seggio è stato ceduto al candidato Presidente.

Fonti: Provincia di Trento, Elezione del Presidente; Voti alle liste, Seggi

Il Presidente uscente della Provincia di Trento era Lorenzo Dellai che è risultato confermato per la legislatura 2008–2013.

Consiglio regionale[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Consiglio regionale del Trentino-Alto Adige/Südtirol.

In base ai risultati delle due province autonome, il Consiglio Regionale per la XIV legislatura, quinquennio 2008-2013, risulta così determinato dal corpo elettorale:

Partiti seggi differ.
Südtiroler Volkspartei 18 -3
Partito Democratico 10 +1[20]
Il Popolo della Libertà 8 -2
Lega Nord 7 +5
Unione per il Trentino 7 -3[21]
Die Freiheitlichen 5 +3
Verdi-Grüne-Vërc 3 -1
PATT 3 =
Süd-Tiroler Freiheit 2 +1
Civica per Divina Presidente 2 nd
Italia dei Valori 1 =
Amministrare il Trentino 1 nd
Union für Südtirol 1 -1
Unitalia 1 =
Union Autonomista Ladina 1 =
 Totale 70 =[22]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Le elezioni provinciali rinviate al 9 novembre, trentinocorrierealpi.repubblica.it, 17-10-2008. URL consultato il 17-10-2008.
  2. ^ Istruzioni per la presentazione delle candidature per l'elezione del Consiglio Provinciale di Trento e del Presidente della Provincia (p. 59), Provincia autonoma di Trento.
  3. ^ Elezioni 2008: presentate 23 liste, Ufficio stampa della Provincia di Trento.
  4. ^ Udc estromessa dal voto, l'Adige, 27 settembre 2008.
  5. ^ Accolto il ricorso, l'Udc torna in lizza, Trentino, 2 ottobre 2008.
  6. ^ Esclusione dell'Udc, ecco le motivazioni, Trentino, 17 ottobre 2008.
  7. ^ Dellai e Divina schierano le proprie squadre, Trentino, 30 luglio 2008.
  8. ^ a b Svp giù, sale Leitner. Pdl e Pd sotto tono, Alto Adige, 27 ottobre 2008.
  9. ^ Mauro Favale, Berlusconi, messaggio a Casini I centristi nel partito unico in la Repubblica, 24 agosto 2008, p. 14. URL consultato il 01/09/2008.
  10. ^ Sette liste a sostegno di Dellai, l'Adige, 21 agosto 2008.
  11. ^ Primo vertice di coalizione con l'Udc, l'Adige, 7 settembre 2008.
  12. ^ Divina raduna i suoi: sicure sette liste, l'Adige, 28 agosto 2008.
  13. ^ La Sinistra del Trentino unisce Prc e Demadonna, l'Adige, 7 settembre 2008.
  14. ^ Cinque in ballo per il trono di Dellai, l'Adige, 6 luglio 2008.
  15. ^ Andreolli ha deciso di presentarsi da solo, l'Adige, 19 settembre 2008.
  16. ^ Affluenza, Elezioni 2008 - Provincia autonoma di Trento. URL consultato il 10/11/2008.
  17. ^ Risultati Presidente, Elezioni 2008 - Provincia autonoma di Trento. URL consultato il 10/11/2008.
  18. ^ Risultati Liste, Elezioni 2008 - Provincia autonoma di Trento. URL consultato il 10/11/2008.
  19. ^ Distribuzione seggi, Elezioni 2008 - Provincia autonoma di Trento. URL consultato il 10/11/2008.
  20. ^ Confronto rispetto ai precedenti risultati dei Democratici di Sinistra e della Margherita dell'Alto Adige, aggiungendovi gli esponenti politici confluiti dalla Civica Margherita del Trentino.
  21. ^ Confronto rispetto alla consistenza del gruppo consigliare della Civica Margherita al termine della legislatura precedente. Una porzione degli originari componenti il gruppo, ha in precedenza aderito al Partito Democratico.
  22. ^ Tenuto conto dell'azzeramento della rappresentanza politica di forze precedentemente dotate di 5 consiglieri.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]