Elezioni presidenziali in Francia del 2012

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Elezioni presidenziali in Francia del 2012
Stato Francia Francia
Data 22 aprile, 6 maggio 2012
François Hollande (Journées de Nantes 2012).jpg Flickr - europeanpeoplesparty - EPP Summit October 2010 (105).jpg
Candidati François Hollande Nicolas Sarkozy
Partito Partito Socialista Unione per un Movimento Popolare
I turno 10.272.705
28,63 %
9.753.629
27,18 %
II turno 18.000.438
51,62 %
16.869.371
48,38 %
Presidente uscente
Nicolas Sarkozy (UMP)
Left arrow.svg 2007 2017 Right arrow.svg

Le elezioni presidenziali in Francia del 2012 si sono tenute il 22 aprile (primo turno) e il 6 maggio (secondo turno).

Risultati elettorali[modifica | modifica sorgente]

In azzurro i Dipartimenti dove il candidato più votato è stato Sarkozy; in rosso quelli in cui ha prevalso Hollande; in blu scuro il dipartimento di Gard, appannaggio di Le Pen
Risultati del secondo turno: in azzurro i Dipartimenti appannaggio di Sarkozy; in rosa quelli di Hollande

Primo turno[modifica | modifica sorgente]

Candidati Liste Voti  %
François Hollande Partito Socialista
Partito Radicale di Sinistra
Generazione Ecologia
Movimento Repubblicano e Cittadino
10 272 705 28.63%
Nicolas Sarkozy Unione per un Movimento Popolare
Nuovo Centro
Partito Radicale
La Sinistra Moderna
Movimento per la Francia
Caccia, Pesca, Natura e Tradizioni
9 753 629 27.18%
Marine Le Pen Fronte Nazionale 6 421 426 17.90%
Jean-Luc Mélenchon Fronte di Sinistra 3 984 822 11.10%
François Bayrou Movimento Democratico 3 275 122 9.13%
Eva Joly Europa Ecologia
Movimento Ecologista Indipendente
828 345 2.31%
Nicolas Dupont-Aignan Alzati Repubblica 643 907 1.79%
Philippe Poutou Nuovo Partito Anticapitalista 411 160 1.15%
Nathalie Arthaud Lotta Operaia 202 548 0.56%
Jacques Cheminade Solidarietà e Progresso 89 545 0.25%
Totale 35.883.209

Secondo turno[modifica | modifica sorgente]

Candidati Voti  %
François Hollande 18 000 438 51,62%
Nicolas Sarkozy 16 869 371 48,38%
Totale 34 869 809

Le fasi elettorali[modifica | modifica sorgente]

Candidature[modifica | modifica sorgente]

La candidatura per le elezioni presidenziali richiede la firma di 500 eletti su 47'000: questi possono essere sindaci, consiglieri e presidenti regionali e provinciali, parlamentari, senatori ed europarlamentari. Nel 2012, 10 candidati hanno raccolto le 500 firme in tempo e il 19 marzo è stata presentata la lista definitiva dei candidati.[1].

Elezioni primarie[modifica | modifica sorgente]

Il Partito Socialista ha scelto il proprio candidato attraverso il metodo delle elezioni primarie, tenutesi l'8 e 9 ottobre 2011. Ad essa hanno preso parte Martine Aubry, ex ministro nonché sindaco di Lilla e segretaria del Partito; François Hollande, in passato sindaco di Tulle, e segretario del Partito; Arnaud Montebourg, deputato; Ségolène Royal, ex ministro e deputato, presidente della regione Poitou-Charentes e candidata alle elezioni precedenti; Manuel Valls, deputato e sindaco di Évry; Jean-Michel Baylet, esponente del Partito Radicale di Sinistra.

I risultati sono stati i seguenti:

  • Hollande 1.038.207 voti (39.2%)
  • Aubry 806.189 voti (30.4%)
  • Montebourg 455.609 (17.2%)
  • Royal 184.096 voti (7.0%)
  • Valls 149.103 voti (5.6%)
  • Baylet 17.055 voti (0.6%)

Nessun candidato ottiene la maggioranza assoluta dei voti per cui il PS procede ad organizzare il ballottaggio tra i due politici che hanno ottenuto più consensi al primo turno. Tutti i candidati esclusi danno indicazione di voto per Hollande. Anche Montebourg, pur non dando esplicita dichiarazione di voto per Hollande, dichiara il suo appoggio al primo classificato. Al secondo turno, svoltosi il 15 e 16 ottobre, Hollande ottiene 1.607.268 voti (56.6%) e diventa ufficialmente il candidato del partito, mentre la Aubry si deve accontentare 1.233.899 preferenze (43.4%).

Primo turno[modifica | modifica sorgente]

Il primo turno delle elezioni Presidenziali francesi si è svolto il 22 aprile 2012 e ha visto prevalere il candidato socialista François Hollande sul Presidente uscente Nicolas Sarkozy (prima volta che un Presidente uscente viene battuto al Primo Turno). Al terzo posto, con il miglior risultato di sempre per il Fronte Nazionale, la sua leader Marine Le Pen, grazie al risultato ottenuto nelle zone rurali (anche se il padre era riuscito ad ottenere il secondo turno); al quarto posto il candidato Jean-Luc Mélenchon del Fronte di Sinistra.

Confermate, sostanzialmente, le previsioni dei sondaggi elettorali (Hollande era previsto al 26-28 per cento, ha ottenuto il 28,6; Sarkozy era previsto al 25-27, ha ottenuto il 27,2; Le Pen era prevista al 15-17, ha ottenuto il 17,9; Mélenchon era previsto all'11-13, ha ottenuto l'11,1).

Secondo turno[modifica | modifica sorgente]

Il secondo turno delle elezioni presidenziali francesi si è svolto il 6 maggio 2012 e la vittoria elettorale è andata al socialista François Hollande che è stato eletto con il 51,6% dei voti contro il 48,3% del presidente uscente Nicolas Sarkozy. Hollande diventa il ventiquattresimo Presidente della Repubblica francese e riporta, dopo diciassette anni, il Partito Socialista al potere (il primo e ultimo presidente socialista era stato François Mitterrand)[2].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Décision du 19 mars 2012 arrêtant la liste des candidats à l’élection présidentielle - Conseil Constitutionnel
  2. ^ Elezioni Presidenziali Francia 2012: Risultati in tempo reale

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]