Elezioni presidenziali finlandesi del 2012

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Elezioni presidenziali finlandesi del 2012
Stato Finlandia Finlandia
Data I: 22 gennaio 2012
II: 5 febbraio 2012
Candidati Sauli Niinistö Pekka Haavisto
Partito Kok. Vihr.
I turno 1 131 127
37 %
573 872
18,8 %
II turno 1 802 400
62,6 %
1 076 957
37,4 %
Presidente
Tarja Halonen (SDP)
Finlandia

Questa voce è parte della serie:
Politica della Finlandia








Altri stati · Atlante

Le elezioni presidenziali finlandesi del 2012 si sono tenute il 22 gennaio (primo turno), con voto anticipato tra l'11 e il 17 gennaio. Nessun candidato ha ricevuto la maggioranza dei voti al primo turno. Con rispettivamente il 37 % e il 18,8 % dei voti, Sauli Niinistö del Partito della Coalizione Nazionale e Pekka Haavisto della Lega Verde si sono affrontati nel secondo turno decisivo, tenutosi il 5 febbraio 2012[1][2], risultando vincitore il candidato del Partito della Coalizione Nazionale, l'ex ministro Sauli Niinistö, che diventa così il dodicesimo presidente della Finlandia[3].

Il presidente uscente, Tarja Halonen, non ha potuto candidarsi nuovamente, avendo già portato a termine due mandati presidenziali previsti dalla Costituzione.[4] Le elezioni successive sono previste per il 2018.

Campagna elettorale[modifica | modifica sorgente]

Fonti[modifica | modifica sorgente]

I partiti hanno previsto un budget di spesa nettamente inferiore rispetto alla tornata elettorale precedente. Ciò è dovuto in parte alla crisi economica e in parte agli scandali recenti riguardanti i fondi di campagne elettorali. La somma delle stime di spesa dei quattro più grandi partiti finlandesi è inferiore ai 3 milioni di euro[5].

Risultati elettorali[modifica | modifica sorgente]

Il 32,7% degli aventi diritto ha votato durante la votazione anticipata tra l'11 e il 17 gennaio.[6]

Primo turno[modifica | modifica sorgente]

Nessun candidato ha ricevuto la maggioranza dei voti nel primo turno. Con il 37% dei voti, Sauli Niinistö ha vinto il primo turno e affronterà Pekka Haavisto, che ha ricevuto il 18,8% dei voti, al secondo turno che si terrà il 5 febbraio.[1][2]

Candidati Liste Voti[7]  %[7]
Sauli Niinistö Partito di Coalizione Nazionale 1 131 127 37
Pekka Haavisto Lega Verde 573 872 18,8
Paavo Väyrynen Partito di Centro 536 731 17,5
Timo Soini Veri Finlandesi 287 405 9,4
Paavo Lipponen Partito Socialdemocratico Finlandese 205 020 6,7
Paavo Arhinmäki Alleanza di Sinistra 167 359 5,5
Eva Biaudet Partito Popolare Svedese 82 581 2,7
Sari Essayah Cristiani Democratici 75 755 2,5
Voti non validi 9 987 0,3
Totale 3 059 850 100

Secondo turno[modifica | modifica sorgente]

Al secondo turno il vincitore delle elezioni presidenziali è risultato il candidato del Partito della Coalizione Nazionale Sauli Niinistö[8][3].

Candidati Liste Voti  %
Sauli Niinistö Partito di Coalizione Nazionale 1 802 400 62,6
Pekka Haavisto Lega Verde 1 076 957 37,4
Totale 2 879 357 100

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Presidential elections: Niinistö, Haavisto headed for second round, YLE, 22 gennaio 2012. URL consultato il 22 gennaio 2012.
  2. ^ a b (EN) Election Dates, Ministero della Giustizia. URL consultato il 15 agosto 2011.
  3. ^ a b (FI) Maija Aalto, Sauli Niinistö on Suomen 12. presidentti, Helsingin Sanomat, 5 febbraio 2012. URL consultato il 5 febbraio 2012.
  4. ^ (EN) Article 5, clause 54 of the Finnish constitution, Costituzione della Finlandia, 22 gennaio 2012.
  5. ^ (FI) Marjo Ollikainen, Vaalirahakohu romahdutti puolueiden kampanjakassat – Presidentinvaalit – Politiikka, Helsingin Sanomat, 19 dicembre 2011. URL consultato il 13 gennaio 2012.
  6. ^ (FI) STT, Ennakkoon äänestäneitä viime vaaleja enemmän, Helsingin Sanomat, 17 gennaio 2012. URL consultato il 23 gennaio 2012.
  7. ^ a b (FI) Presidentinvaali 22.1.2012 - Tulos, Ministero della Giustizia, 22 gennaio 2012. URL consultato il 23 gennaio 2012.
  8. ^ (FI) Tulospalvelu - Koko maa, Helsingin Sanomat, 5 febbraio 2012. URL consultato il 5 febbraio 2012.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]