Elezioni presidenziali colombiane del 2006

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Colombia

Questa voce è parte della serie:
Politica della Colombia



Altri stati · Atlante

Le elezioni presidenziali della Colombia 2006 si sono svolte domenica 28 maggio 2006 per eleggere il nuovo Presidente della Colombia ed il nuovo Vicepresidente della Repubblica.

Álvaro Uribe Vélez è stato rieletto Presidente della Repubblica e potrà governare per un altro mandato quadriennale, a partire dal 7 agosto 2006. Uribe ha ottenuto il 62,20% dei voti, sorpassando abbondantemente la soglia del 50% necessaria per essere eletto direttamente al primo turno, senza bisogno del ballottaggio.

Un emendamento costituzionale proposto dal governo ha permesso ad Álvaro Uribe di essere il primo presidente in oltre 100 anni a potersi ripresentare alle presidenziali per un secondo mandato consecutivo.

Definizione delle candidature[modifica | modifica sorgente]

Partito Liberale Colombiano[modifica | modifica sorgente]

Il Partito Liberale Colombiano è un partito politico di centro-sinistra e dal 2002 è all'opposizione del governo conservatore di Uribe, ex membro di tale partito che ha deciso di candidarsi con lo schieramento di centro-destra. Il Consiglio Nazionale del PLC nel 2005 ha stabilito che per la scelta del candidato alla presidenza occorresse l'organizzazione di elezioni primarie aperte a più aspiranti. I candidati che si presentarono alle primarie furono:

Durante le definizioni della candidature e del sistema di norme da rispettare per l'organizzazione delle primarie l'ex sindaco Peñalosa ha deciso di ritirarsi polemozzando sul tentativo di favorire Serpa Uribe. Peñalosa si è candidato al Senato ed è passato nelle file della maggioranza conservatrice, sostenitrice del Presidente Uribe.

Il 10 marzo 2006 si sono volte le primarie e sono state vinte, come era prevedibile, da Horacio Serpa Uribe. A questa tornata non ha partecipato Cecilia López che ha preferito guidare il partito alle elezioni per il rinnovamento del Senato.

Candidato Voti  %
Horacio Serpa Uribe 1.051.533 47,21%
Rafael Pardo Rueda 526.298 23,63%
Rodrigo Rivera Salazar 500.020 22,45%
Andrés González Díaz 120.386 5,40%
Voti in bianco 29.247 1,31%
Totale dei voti validi 2.227.484
Voti nulli 37.961
Voti non espressi 196.803
Totale 2.462.248

Polo Democratico Alternativo[modifica | modifica sorgente]

La sinistra in Colombia è rappresentata da due partiti: Alternativa Democratica e Polo Democratico Indipendente. Nel 2005 questi due movimenti hanno deciso di unirisi e fondare un unico partito chiamato Polo Democratico Alternativo capace di offrire un'alternativa alla destra del Presidente Álvaro Uribe e al centrosinistra dei liberali socialdemocratici.

Anche il neo-nato partito ha dovuto le controversie per la definizione del candidato presidenziale e per questo motivo ha ricorso all'organizzazione di elezioni primarie per la scelta del candidato presidenziale. I principali aspiranti alla nomination del partito furono:

  • Carlos Gaviria. Senatore ed ex Presidente della Corte Costituzionale ex leader di Alternativa Democratica.
  • Antonio Navarro Wolff. Ex militare e membro del Polo Democratico Indipendente.

Navarro aveva intenzione di rinunciare ma il consiglio nazionale del partito rifiuta la sua rinuncia. Fino all'ultimo i sondaggi davano per vincitore Navarro ma i risultati furono diversi:

Candidato Voti  %
Carlos Gaviria Díaz 572.834 52,55%
Antonio Navarro Wolff 498.342 45,72%
Voti in bianco 18.886 1,73%
Totale dei voti validi 1.090.062
Voti nulli 23.231
Voti non emessi 121.509
Totale 1.234.802

Uribismo[modifica | modifica sorgente]

La coalizione di centro-destra guidata dal presidente Uribe ha confermato come candidato il presidente uscente e quindi non si è dovuti procedere ad alcune elezioni primarie per la nomina del candidato alla presidenza del paese.

Candidati[modifica | modifica sorgente]

  • Carlos Gaviria Díaz, del Polo Democratico Alternativo e rappresentante dello schieramento di sinistra della Colombia. Critico nei confronti di Uribe soprattutto per il suo atteggiamento autoritario e per i vari scandali della cosiddetta parapolitica e per i suoi rapporti troppo servili nei confronti dell'amministrazione americana di George W. Bush. Gaviria ha presentatato un programma socialdemocratico.

Risultati[modifica | modifica sorgente]

Percentuali di voti favorevoli ad Uribe

L'affluenza alle urne è stata molto bassa (poco più del 45%) ed il Presidente uscente Álvaro Uribe Vélez è stato rieletto presidente con il 62% dei voti al primo turno, seguito dal leader del PDA Carlos Gaviria con il 22%. Curioso è il risultato del Partito Liberale Colombiano con il suo candidato Horacio Serpa Uribe che ha ottenuto meno voti rispetto a quelli che hanno partecipato alle elezioni primarie del partito.

Generalmente Uribe ha ottenuto grandi risultati in tutti i dipartimenti con una percentuale oscillante tra il 35 ed l'85% dei voti anche in quelli governati dall'opposizione di centrosinistra.

Tabella riassuntiva delle elezioni presidenziali in Colombia del 28 maggio 2006.

Partiti - Candidati Voti %
Álvaro Uribe Vélez - Primo Colombia (Primero Colombia) 7.363.421 62,20
Carlos Gaviria Díaz - Polo Democratico Alternativo (Polo Democrático Alternativo) 2.609.412 22,04
Horacio Serpa Uribe - Partito Liberale Colombiano (Partido Liberal Colombiano) 1.401.173 11,84
Antanas Mockus Sivickas - Movimento Alleanza Sociale Indigena (Movimiento Alianza Social Indígena) 146.540 1,24
Enrique Parejo González - Ricostruzione Nazionale Democratica (Reconstrucción Democrática Nacional) 44.610 0,38
Álvaro Leyva Durán - Movimento Nazionale di Riconciliazione (Movimiento Nacional de Reconciliación) 22.039 0,19
Carlos Arturo Rincón Barreto - Movimento Politico Comunale e Comunità Colombiana (Movimiento Politico Comunal y Comunidad Colombiano) 20.477 0,17
Totale voti 11.607.672 98,05
Schede bianche 230.749 1,95
Totale voti validi 11.838.421 100,00
Voti nulli 136.326
schede non marcate 84,041
Totale voti scrutinati (affluenza 45,1%) 12.058.788
Votanti registrati 26.731.700
Fonte: Registraduría Nacional del Estado Civil.