Elettrocromatografia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'elettrocromatografia è una tecnica cromatografica che sfruttando un gradiente di campo elettrico applicato a 90° rispetto al flusso del solvente, rappresenta una variante più pratica e più veloce rispetto alla classica cromatografia liquida su carta.[1] La separazione è attuata in senso discendente e si ottengono percorsi divergenti, dall'alto in basso, a partire dal punto di semina.

La tecnica che utilizza una colonna a permeazione di gel rappresenta una combinazione tra la cromatografia di esclusione molecolare e l'elettroforesi su gel.[2][3]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ G. Amandola, V. Terreni, "Analisi chimica strumentale e tecnica", Masson Scuola, 1995, p.380, ISBN 9788808095077
  2. ^ (EN) Analysis by Electromigration plus Chromatography Strain, H.H., Sullivan, .J. C., Anal.Chem. 23, 816 (1951)
  3. ^ (EN) Electrochromatography of Proteins , Basak, S., A. Velayudhan, K. Kohlmann and M. R. Ladisch, Journal of Chromatography A., 707, 69-76 (1995)
chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia