Elettrochirurgia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni qui riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. Questa voce ha solo scopo illustrativo e non sostituisce il parere di un medico: leggi le avvertenze.
Electrosurgery.jpg

L'elettrochirurgia è una tecnica chirurgica che impiega la corrente elettrica ad alta frequenza (HF) per realizzare il taglio e/o il coagulo in modo rapido e semplice.

La strumentazione[modifica | modifica sorgente]

Lo strumento in grado di realizzare simultaneamente l’azione di taglio e di coagulo dei tessuti per effetto termico è detto elettrobisturi. Esso è composto essenzialmente da:

  • un generatore di segnali ad elevata frequenza(0,4-2MHz)
  • un elettrodo attivo opportunamente sagomato detto “manipolo
  • un elettrodo di ritorno detto “neutro

Tecniche di applicazione della corrente[modifica | modifica sorgente]

La corrente elettrica può essere applicata in maniera:

  1. monopolare, per mezzo di un elettrodo attivo di piccola superficie e di un elettrodo neutro di ampia superficie. Nel caso di apparecchi con potenza nominale d'uscita inferiore a 50W non si utilizza l’elettrodo neutro.
  2. bipolare, per mezzo di un solo elettrodo bipolare, ad esempio una pinzetta le cui asticelle sono isolate l'una dall'altra.

Il meccanismo[modifica | modifica sorgente]

La prima incisione viene comunque effettuata con il bisturi a coltello in modo che i lembi della ferita siano lisci e combacino perfettamente. Quindi, la realizzazione sia del taglio che del coagulo si ottiene sfruttando l’effetto Joule: l’energia dissipata dal conduttore percorso da corrente viene assorbita dai tessuti trasformandosi in calore. Esso provoca nelle cellule del tessuto tre diverse trasformazioni a seconda dalla temperatura raggiunta.

Le dimensioni ridotte degli elettrodi fanno sì che la densità di corrente nella zona di contatto sia assai elevata, sviluppando una grande quantità di calore in un tempo brevissimo. Scegliendo opportunamente il tipo di elettrodo, la velocità di movimento, la intensità della corrente e la forma d’onda si possono ottenere:

  1. Effetto di taglio dei tessuti
  2. Effetto coagulo
  3. Effetto combinato taglio e coagulo

Taglio[modifica | modifica sorgente]

Nel taglio l’elettrodo attivo è a punta e la forma d’onda utilizzata è sinusoidale, ad ampiezza costante.

La temperatura raggiunta è elevata (maggiore di 100 °C), portando ad ebollizione l’acqua contenuta nelle cellule e nei liquidi extra-cellulari. L’aumento di pressione all'interno delle cellule ne provoca l'esplosione, determinando la separazione dei tessuti. Il calore sviluppato localmente viene dissipato tramite l’evaporazione dell’acqua e, anche a causa della rapidità del fenomeno, non si propaga verso i tessuti circostanti. L’effetto emostatico è modesto.

Coagulo[modifica | modifica sorgente]

Per ottenere la coagulazione l’elettrodo attivo è alimentato da una corrente intermittente, in modo che la quantità di calore sviluppato non produca l’esplosione (e quindi la distruzione) delle cellule, ma solo un loro riscaldamento, con conseguente fuoriuscita di acqua dalla membrana cellulare.

Quando la temperatura sale per il calore generato dall’effetto Joule si ha la solidificazione parziale dei liquidi organici (coagulazione termica). In particolare la fibrina, solidificando, ostruisce i vasi sanguigni, arrestandone l'emorragia.

La coagulazione può essere ottenuta per:

  • essiccazione: l’elettrodo viene alimentato con basse tensioni in modo da evitare scintille, viene posto a diretto contatto del tessuto e la quantità di calore sviluppata lo essicca.
  • folgorazione: l’elettrodo viene alimentato con alte tensioni tali da provocare uno o più archi elettrici, che causano la coagulazione del tessuto. Dato che la corrente che alimenta l’elettrodo è intermittente, gli archi elettrici si generano, si estinguono e si riformano in luoghi sempre diversi. Il calore viene così distribuito su una superficie di tessuto assai ampia.

Taglio e coagulo[modifica | modifica sorgente]

Dosando opportunamente i parametri che concorrono a formare la forma d’onda è possibile ottenere una condizione ottima per il taglio e coagulo contemporaneo.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina