Cavalieri dell'Ordine di San Patrizio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Insegna dell'Ordine di San Patrizio

L'Ordine di San Patrizio è un'onorificenza britannica associata alla corona d'Irlanda. L'Ordine venne creato nel 1783[1] da Giorgio III d'Inghilterra. La creazione regolare dei cavalieri iniziò perciò in quella data e di fatti continuò ininterrottamente sino al 1921, anno in cui l'Irlanda divenne indipendente.[1] L'Ordine, tecnicamente, continua a resistere ma l'ultimo cavaliere è stato creato nel 1936 e l'ultimo cavaliere vivente, il principe Enrico, duca di Gloucester, è morto nel 1974.[1] Elisabetta II d'Inghilterra rimane ad ogni modo sovrano dell'Ordine.

La prima nomina venne ufficializzata l'11 marzo 1783 e consisteva nei 15 cavalieri fondatori, per un totale poi di 130 nomine in tutti gli anni di esistenza dell'Ordine. Il decreto originale d'istituzione (datato 5 febbraio 1783) specificava tassativamente che non ci potessero essere più di 15 cavalieri attivi per volta, ma qualcosa cambiò dal 1821 quando il successore di Giorgio III, Giorgio IV nominò altri sei cavalieri extra nel novero delle concessioni.[2] Guglielmo IV, alla propria incoronazione il 24 gennaio 1833, nominò altri 4 cavalieri portando il numero degli aderenti al totale attuale.[2]

Elenco di tutti i cavalieri dell'Ordine di San Patrizio dal 1783[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Monarchy Today: Queen and Public: Honours: Order of St Patrick in Official website of the British Monarchy. URL consultato il 15 dicembre 2008.
  2. ^ a b Leigh Rayment, Leigh Rayment: Knights of St.Patrick, Leigh Rayment, 24 aprile 2008. URL consultato il 15 dicembre 2008.