Elena Filatova

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Elena Filatova Vladimirovna

Elena Filatova Vladimirovna Елена Филатова (Unione Sovietica, 1974) è una scrittrice, fotografa e storica ucraina. Nota anche con i nickname KiddOfSpeed e Gamma Girl, Elena è appassionata di motociclismo e storia. Attualmente abita a Kiev. È più conosciuta per aver svolto ricerche e brevi documentari sui gulag, sugli scenari di guerra dell'ex Unione Sovietica e sulla zona circostante la centrale di Chernobyl, pubblicati successivamente sul suo sito web.

Viaggio a Chernobyl[modifica | modifica wikitesto]

Sul suo sito, Elena Filatova, ha pubblicato le immagini da lei scattate durante le sue numerose visite nella città fantasma di Pryp'jat', sita a 3 chilometri dalla centrale nucleare di Chernobyl e le immagini di tutta la campagna circostante, detta Zona di alienazione. La passione per documentare questi eventi tragici, è nata attraversando per la prima volta i luoghi contaminati, quando Elena era appena adolescente. Negli anni Elena ha raccolto materiale sufficiente per scrivere due racconti sulla città fantasma di Pripyat. Il primo intitolato "Ghost Town" scritto tra il 2003 ed il 2004, il secondo intitolato "Terra dei lupi", pubblicato nel 2005, tratta più in generale della zona di esclusione. Nella primavera del 2007, Elena Filatova è tornata a Chernobyl per scattare nuove fotografie aggiornate. Moltissime sono le immagini raccolte: palazzi abbandonati, fattorie in rovina, corsi d'acqua contaminati, equipaggiamenti militari abbandonati, strade deserte, ma anche testimonianze di persone che hanno deciso di continuare a risiedere nella zona dopo l'incidente nucleare, pur consapevoli che la campagna circostante è altamente contaminata.

Per accedere alla zona di esclusione, ha dovuto farsi rilasciare speciali permessi e superare ben due posti di controllo dove, sia in entrata che in uscita, vengono ispezionati veicoli e indumenti al fine di misurare il livello di radiazioni assorbito ed eventualmente applicare le misure di sicurezza sanitarie previste.

A bordo della sua Kawasaki ha dato un grosso contributo per rendere note le condizioni in cui ancora molte persone vivono

Accuse[modifica | modifica wikitesto]

Elena venne accusata di aver riportato sul suo sito "più poesia che realtà". La stessa Filatova ritiene, peraltro, di essere più poetessa che altro. Il suo sito ha subito numerosi attacchi di pirateria informatica anche dal governo ucraino ed è stato chiuso, nonostante tutto è riuscita a ripubblicarlo continuando a mettere a disposizione degli utenti sempre nuovo materiale. Elena, ad ogni modo, non è un attivista pro o contro l'energia nucleare, ma si batte con il suo sito web per i diritti dell'umanità.

Gli altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Elena è un appassionata di storia, motociclismo, reperti archeologici risalenti alla grande guerra. Sul suo sito si possono trovare documenti inerenti campi di battaglia nei pressi di Kiev, sulla Polissia, regione dell'Ucraina, racconti di prigionia ed altro materiale di storia contemporanea.

Uno dei suoi ultimi progetti è relativo ai campi di prigionia dell'epoca staliniana.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]