Electrochemical Society

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il logo dell'Electrochemical Society

L'Electrochemical Society (o ECS) è un'organizzazione internazionale no-profit che conta oltre 100 società e 8000 membri individuali specializzati nell'ambito dell'elettrochimica e della fisica dello stato solido.[1]

L'American Electrochemical Society venne fondata nel 1902[1] e nel 1930 l'organizzazione assunse la denominazione attuale (Electrochemical Society).[1]

Attività[modifica | modifica sorgente]

Tra le attività svolte dall'Electrochemical Society si ricordano:

  • organizzazione di incontri in ambito internazionale;
  • diverse pubblicazioni di settore;
  • svolgimento di attività di formazione sulle tematiche dell'ECS;
  • attribuzione di premi e riconoscimenti a società o studenti che si siano distinti nell'ambito dell'elettrochimica e della fisica dello stato solido.[2]

Tra le pubblicazioni dell'Electrochemical Society si annoverano:

Persone legate all'ECS[modifica | modifica sorgente]

Alcuni personaggi famosi che hanno preso parte all'Electrochemical Society sono: Edward Goodrich Acheson (che commercializzò il carburo di silicio), Herbert Henry Dow (fondatore della Dow Chemical Company), Charles Martin Hall (co-inventore del processo di Hall-Héroult per la produzione di alluminio), Edward Weston (fondatore della Weston Instruments e inventore della pila Weston) e Thomas Edison (detentore di 1.093 brevetti).[3]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c About ECS
  2. ^ The ECS Awards Program
  3. ^ ECS History Center

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

elettrochimica Portale Elettrochimica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di elettrochimica