Eldar Oscuri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nell'universo fittizio di Warhammer 40.000, gli Eldar Oscuri sono una razza umanoide dai tratti marcatamente elfici. Sono una delle razze più antiche ed avanzate nella storia dell'universo anche se comunque più giovani di Necron, C'Tan e Antichi. I loro eserciti generalmente hanno nella velocità e nella tecnologia i loro punti di forza.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Origini[modifica | modifica wikitesto]

Verso la fine del loro impero, gli Eldar divennero dei sadici alla ricerca esclusiva dei piaceri personali. Ciò diede i natali nel Warp a Slaanesh, che distrusse il loro impero. dopo questo evento, conosciuto come la caduta, Slaanesh uccise tutti gli Eldar, eccetto gli arcamondi ed i mondi esoditi più distanti. Gli Eldar Oscuri, chiamati dagli Eldar degli arcamondi anche "i rinnegati di Comorraght" sopravvissero perché la loro città, un tempo il principale centro dei commerci dell'antico impero Eldar, non si trova nello spazio reale, ma nella Rete, una parte di spazio Warp protetta dagli Dei del Caos, creata dagli Antichi. Gli Eldar Oscuri sono a tutti gli effetti identici agli Eldar del periodo appena precedente alla caduta.

Gli Eldar Oscuri sono pirati dello spazio, che lanciano attacchi devastanti attraverso tutta la galassia. Una razza temuta ed odiata che cerca costantemente nuove vittime per soddisfare i propri depravati piaceri.

Con il passare dei millenni, gli Eldar Oscuri hanno totalmente dimenticato la ragione di ciò che facevano e cominciarono a nutrire una sorta di sadico godimento ogni volta che infliggevano dolore in un essere vivente. Gli Eldar Oscuri sono completamente deviati e contorti in ogni sesso, maschile, negativo o neutro.

Oggi[modifica | modifica wikitesto]

Questi folli Eldar sono una piaga per le altre razze della galassia. Per millenni gli Eldar Oscuri hanno saccheggiato e depredato le altre razze, mutilando ed imprigionando coloro che trovavano sulla propria strada. Questi malvagi corsari dello spazio attaccano senza alcun preavviso, e compiuta la razzia si allontanano sulle proprie veloci navi prima che i rinforzi possano arrivare. Quando una flotta di Eldar Oscuri appare su un pianeta, i suoi abitanti sono sempre consapevoli che sarà preferibile morire combattendo più che essere catturati vivi.

Gli Eldar Oscuri infatti sono sempre in cerca di nuovi prigionieri per i loro sinistri propositi.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Asdrubael Vect, arconte della cabala del cuore nero[modifica | modifica wikitesto]

Vect è il cancro che si annida al cuore di Commorragh. È stato lui nel corso dei millenni a trasformare la città oscura da porto brulicante a metropoli galattica, a conquistare le casate nobili e portare i loro sottoreami sotto il suo comando. Non c'è intrigo che non abbia ostacolato una dozzina di volte, nessun tradimento che non abbia previsto e volto a suo favore. Asdrubael Vect ha cominciato la sua vita come subordinato di bassa classe, venduto come schiavo da bambino, senza mai essere accettato dagli eldar oscuri di alto lignaggio. Ha fondato la cabala del cuore nero e ha conquistato Commorragh in pochissimo tempo. Asdrubael Vect è presente anche in Dawn of War: Soulstorm dove, se il quartier generale degli Eldar Oscuri verrà espugnato, fuggirà attraverso un antico Portale della Rete riattivato, per tornare infine alla sua Commorragh.

Drazhar, il Maestro di Lame[modifica | modifica wikitesto]

Drazhar, il Maestro di lame è un incubo estremamente qualificato. Le armi di Drazhar sono un paio di lunghe spade seghettate. la sua persona è un mistero anche per gli altri Incubi, non si è mai tolto l'antica armatura che indossa, e raramente si degna di parlare con gli Eldar Oscuri più nobili, figurarsi con i ranghi inferiori.

Urien Rakart, mastro Homunculus[modifica | modifica wikitesto]

Uno dei maggiori esponenti del misterioso gruppo di Eldar Oscuri chiamati homuncoli, questi antichissimi esseri (si mormora che esistessero ancora prima della Caduta) hanno portato ai massimi livelli l'arte chirurgica, al punto di essere capaci di riportare in vita i morti, purché del cadavere rimanga almeno un brandello di carne, in particolare Urien Rakart è capace di guarire istantaneamente qualsiasi ferita gli venga inflitta. solitamente scende in campo con una spada avvelenata e con un guanto che fa sciogliere i nemici con il semplice tocco.