Elazar Shach

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Elazar Shach seduto a sinistra del podio, coi libri (anni 1980)

Elazar Menachem Man Shach (in ebraico: אלעזר מנחם מן שך‎[?]; Vabalninkas, 1899Tel Aviv, 2 novembre 2001) è stato un rabbino ed educatore lituano, ebreo ortodosso. È stato un leader Haredi a Bnei Brak, Israele, e importante talmudista. Ha officiato anche come uno dei tre co-decani della Yeshiva Ponevezh a Bnei Brak coi rabbini Shmuel Rozovsky e Dovid Povarsky. Ha fondato il partito politico israeliano Degel HaTorah, che rappresenta gli aschenaziti lituani nella Knesset, molti dei quali lo considerano il più grande studioso della sua generazione.[1]

Opinioni sull'Olocausto[modifica | modifica sorgente]

Shach ha affermato che eventi come l'Olocausto si verificano quando i peccati del popolo ebraico si sono accumulati, e devono essere puniti. Ha detto che "Dio ha tenuto conto di ogni peccato, in un conteggio nel corso di centinaia di anni, fino a quando il conteggio è arrivato a sei milioni di ebrei, ed è così che l'Olocausto si è verificato. Così deve credere l'ebreo, e se l'ebreo non ci crede completamente, allora egli è un eretico, e se noi non accettiamo questo come una punizione, allora è come se non credessimo nel Santo, Benedetto Egli sia ..."[2]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Avi Ezri – Commentario a Yad ha-Chazaka del Rambam.
  • Michtavim u'Maamarim – raccolta epistolaria pubbl. in varie edizioni di 4–6 volumi.

Biografie e storie:

  • The Man of Vision: The Ultra-Orthodox Ideology of Rabbi Shach (Ish Ha-Hashkafah: Ha-Ideologia Ha-Haredit al pi HaRav Shach), di Avishay Ben Haim, Mosaica Publishers
  • Maran Rosh Hayeshiva Rav Shach – (per ragazzi) di Rabbi Yechiel Michel Stern.

Libri in inglese:

  • Rav Shach Speaks – Pubbl. da Israel Book Shop – raccolta epistolaria e scritti, curata da Rabbi Asher Bergman, Bnei Brak, Israel 1999. Trad. di Gavriel Rubin.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ In Their Shadow: Wisdom and Guidance of the Gedolim Volume One: Chazon Ish, Brisker Rav, Rav Shach p. 282
  2. ^ Yated Neeman 29/12/90.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Riferimenti[modifica | modifica sorgente]

Eulogie e articoli su Rabbi Shach:

Audio:

Video:

Varie:



Controllo di autorità VIAF: 33396184 LCCN: n84077471