Elativo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'elativo è il caso che indica il complemento di moto da luogo interno, ovvero un movimento da qualcosa di interno o con contatto fermo di superficie verso l'esterno. È presente nelle lingue ugro-finniche, e in particolare nel finlandese, nell'estone e nell'ungherese.

Finlandese[modifica | modifica sorgente]

In finlandese la desinenza dell´elativo è -sta/-stä.

Esempi:

  • kissasta (dal gatto)
  • koirasta (dal cane)
  • lehmästä

Per formare il plurale, alla radice del singolare si aggiungono i + le vocali e le consonanti richieste a seconda dell'armonia vocalica e dell'armonia consonantica:

  • kiss/o-ista (dai gatti)
  • koir/-ista (dai cani)
  • lehm/-istä
  • keskus -> keskuksista (dai centri)

Insieme all'inessivo (stato in luogo interno o con contatto fermo alla superficie) e all'illativo (moto verso luogo con contatto), l'elativo è un caso locale con contatto.

Estone[modifica | modifica sorgente]

La desinenza dell'elativo dell'estone è -st.

Esempi:

  • kassist 'dal gatto'
  • koerast 'dal cane'
  • lehmast 'lehmästä'

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (FI) Leila White, Suomen kielioppia ulkomaalaisille, Finn Lectura, 2008. ISBN 9789517920926

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]