El Capitan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
El Capitan
Yosemite El Capitan.jpg
La parete verticale di El Capitan
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Stato federato California California
Contea Contea di Mariposa
Altezza 2.307 m s.l.m.
Catena Sierra Nevada
Coordinate 37°44′02.4″N 119°38′13.2″W / 37.734°N 119.637°W37.734; -119.637Coordinate: 37°44′02.4″N 119°38′13.2″W / 37.734°N 119.637°W37.734; -119.637
Autore/i prima ascensione Scalata della Nose: 1º-12 novembre 1958: W. Harding/W. Merry
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Stati Uniti d'America
El Capitan

El Capitan è una montagna degli Stati Uniti, situata nello Stato della California, la sua altezza è di 2.307 metri s.l.m., la si trova nel Parco nazionale di Yosemite nella zona settentrionale della Valle dello Yosemite nel suo limite occidentale. Si tratta di un monolite granitico nel quale la sua parete verticale denominata Nose (naso) costituisce una delle più popolari sfide di alpinismo estremo al mondo.

Il massiccio ricevette questo nome dal Battaglione Mariposa quando esplorò la zona nell'anno 1851. El Capitan fu considerata una traduzione approssimativa in lingua spagnola del nome locale che usavano dare i pellerossa della parete perpendicolare, trascritto come To-to-kon oo-lah o To-tock-ah-noo-lah. Non è chiaro se il nome attuale si riferisca ad un capo tribù specifico o in termini generali. In tempi recenti il nome viene spesso contratto in El cap in particolare dagli scalatori.

La vetta della montagna può essere raggiunta per via escursionistica dalla Valle dello Yosemite per un sentiero che passa accanto all'omonima cascata, quindi in direzione ovest. Per gli alpinisti la sfida è costituita dallo scalare la nuda roccia a precipizio, ci sono dozzine di vie di accesso con proprie denominazioni, ma tutte lunghe ed estremamente difficili.

Arrampicata[modifica | modifica wikitesto]

Sulla parete alta 1000 metri di El Capitan salgono più di 70 vie di arrampicata.

Le vie[modifica | modifica wikitesto]

Le vie più difficili e la prima salita in libera:

  • The Nose - 8b+/5.14a o 5.9 C2[1]
  • Salathé Wall - 8a/5.13b o 5.9 C2[2]
  • El Nino - 09/1998 - 8a/5.13b Alexander Huber e Thomas Huber
  • Free Rider - 10/1998 - 7c/5.12d Alexander Huber e Thomas Huber
  • Golden Gate - 2000 - 7c+/5.13a Alexander Huber e Thomas Huber[3]
  • Lurking Fear - 2000 - 8a+/5.13c Tommy Caldwell
  • El Corazon - 2001 - 8a/5.13b Alexander Huber[4]
  • Zodiac - 2003 - 8b/5.13d Alexander Huber e Thomas Huber, via di Charlie Porter del 1972[5]
  • West Buttress - 2003 - 8a+/5.13c Tommy Caldwell
  • Dihedral Wall - 2004 - 8b+/5.14a Tommy Caldwell[6]
  • Magic Mushroom - 2008 - 8b+/5.14a Tommy Caldwell[7]
El Capitan, Yosemite Valley

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) The Nose, El Capitan, supertopo.com, 12 marzo 2012. URL consultato il 30 maggio 2012.
  2. ^ (EN) Salathe Wall, El Capitan, supertopo.com, 14 maggio 2012. URL consultato il 30 maggio 2012.
  3. ^ Alexander Huber, Golder Gate 5.13b I fratelli Huber su El Capitan, planetmountain.com. URL consultato il 2 gennaio 2012.
  4. ^ El Cap Alexander Huber trova e libera El Corazon, planetmountain.com. URL consultato il 2 gennaio 2012.
  5. ^ Alexander e Thomas Huber liberano Zodiac, planetmountain.com, 16 ottobre 2003. URL consultato il 2 gennaio 2012.
  6. ^ Chris McNamara, Caldwell libera Dihedral Wall in Yosemite, planetmountain.com, 11 giugno 2004. URL consultato il 2 gennaio 2012.
  7. ^ (EN) Matt Samet, Caldwell and Sjong free El Capitan's Magic Mushroom, climbing.com. URL consultato il 2 gennaio 2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Chris McNamara e Chris Van Leuven, Yosemite Big Walls, Mill Valley, 2011, ISBN 978-0983322504.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]