Eisenia bicyclis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Arame
Alger, Ecklonia bicyclis, Nordisk familjebok.png
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Protista
Phylum Heterokontophyta
Classe Phaeophyta
Ordine Laminariales
Famiglia Alariaceae
Genere Eisenia
Specie E. bicyclis
Nomenclatura binomiale
Eisenia bicyclis
(Kjellman) Setchell
Sinonimi

Ecklonia bicyclis

L'arame (Eisenia bicyclis) è un tipo di alga commestibile, raccolta intorno alla penisola di Ise, sulla costa pacifica della più grossa isola del Giappone. Appartiene al gruppo delle alghe brune e somigliano alle alghe hijiki.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

La pianta presenta le fronde a strisce ondulate lunghe 30 cm circa e larghe 4 cm; vivono attaccate alle rocce appena sotto la superficie dell'acqua meno profonda.
In passato venivano raccolte a mano da gruppi di donne.
Le fronde sono dure e come quelle delle hijiki vengono bollite per diverse ore, quindi è consigliabile tagliarle in piccolissime striscioline; richiedono un breve ammollo prima della cottura, finché raddoppiano di volume.
A differenza delle hijiki, le arame risultano più morbide e dal sapore più delicato e dolce. Questo è dovuto alla presenza di uno zucchero naturale non calorico il mannitolo, presente in molte alghe brune.

Nella medicina alternativa[modifica | modifica wikitesto]

Come nelle kombu e nelle hijiki, l'equilibrio di minerali può controbilanciare e ridurre l'alta pressione sanguigna. Nel passato sono sempre state utilizzate come rimedio per curare i disturbi degli organi riproduttivi femminili. Come altre alghe brune sono ricche di iodio e calcio.

A tavola[modifica | modifica wikitesto]

Tra le alghe provenienti dall'Oriente l'arame è la più gradita al palato occidentale; è ideale accompagnata a tofu, tempeh e con le verdure di terra, ed anche in abbinamento ad una salsa di aceto e shoyu.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

cucina Portale Cucina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cucina