Einar Bull

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Einar Marensius Bull (Alta, 20 settembre 1942) è un diplomatico norvegese, ambasciatore in Italia dal 2006 al 2011.[1].

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Bull è nato ad Alta, nella contea di Finnmark, nell'estremo nord della Norvegia.

Laureatosi in Economia e commercio (Siviløkonom) all'Istituto Superiore Norvegese di Economia e Gestione Aziendale di Bergen, ha intrapreso la carriera diplomatica nel 1969 presso la sezione norvegese del Movimento Europeo Internazionale ad Oslo. Tra il 1973 e il 1975 è stato vice console a Genova; tra il 1975 e il 1978 è primo segretario d'ambasciata presso la delegazione norvegese alla NATO a Bruxelles; tra il 1978 e il 1982 è consigliere al Ministero degli Affari Esteri della Norvegia.

Nel 1984 diviene ambasciatore: prima a Lagos (1984-1988) accreditato per la Nigeria, il Benin, il Camerun, il Ghana e il Togo; poi a Bruxelles a capo della delegazione norvegese presso l'Unione Europea (1996-2001); infine a Roma (2006-2011)[2].

Bull è stato anche presidente dell'autorità di sorveglianza dell'EFTA a Bruxelles dal 2002 al 2004 e dal 2005 al 2006[3].

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Commendatore dell'Ordine Reale di Sant'Olav - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine Reale di Sant'Olav
— Oslo, 1996

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Einar M. Bull, Store norske leksikon. URL consultato il 20 luglio 2013.
  2. ^ Nuovo Ambasciatore di Norvegia in Italia, mclink.it/com/inform, 28 maggio 2001. URL consultato il 20 luglio 2013.
  3. ^ Mr Einar M. Bull is appointed President of the EFTA Surveillance Authority, EFTA, 14 settembre 2005. URL consultato il 20 luglio 2005.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Ambasciatore norvegese in Italia Flag of Italy.svg Successore Flag of Norway.svg
Eva Bugge 2006 - 2011 Bjørn Trygve Grydeland