Eilean Donan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 57°16′26.5″N 5°30′58″W / 57.274028°N 5.516111°W57.274028; -5.516111

Loch Duich e il castello di Eilean Donan, all'alba

Eilean Donan è una piccola isola nel Loch Duich, nelle Highlands occidentali della Scozia.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

L'isola di Eilean Donan si trova al centro della confluenza di tre laghi marini che formano il Loch Duich ed è attorniata dalla catena montuosa Cullin.

Il nome Eilean Donan significa infatti "isola di Donan" (in lingua scozzese), termine che deriva con tutta probabilità da san Donan, religioso irlandese del VI secolo che raggiunse la Scozia attorno al 580 d.C. e che contribuì largamente alla cristianizzazione dell'area, nonché sull'isola ove pare che egli abbia fissato il proprio primo insediamento.

L'isoletta è collegata alla costa dove sorge il paese di Dornie attraverso un ponte percorribile solo a piedi.

Il Castello[modifica | modifica sorgente]

Il castello di Eilean Donan visto al tramonto

Su quest'isola sorge il famoso castello di Eilean Donan. Il castello fu costruito la prima volta nel 1220 da Alessandro II di Scozia come baluardo di difesa contro le incursioni vichinghe, e si racconta sia stato uno dei rifugi di Robert Bruce durante la fuga dai soldati inglesi. A partire dalla fine del XIII secolo esso divenne la dimora del clan Mackenzie di Kintail (più tardi Conti di Seaforth). Dal 1511 il Clan MacRae, in qualità di protettori dei Mackenzie, divennero conestabili del castello.

Nel 1719 il castello è stato occupato dalle truppe spagnole intente a far nascere una nuova rivolta giacobita. Il castello venne tuttavia riconquistato e demolito dal cannoneggiamento di tre fregate della Royal Navy tra il 10 ed il 13 maggio 1719. Successivamente le truppe spagnole che occupavano il castello vennero sconfitte circa un mese dopo nella battaglia di Glen Shiel.

Il castello viene lasciato per quasi due secoli in rovina e poi viene ricostruito e restaurato tra il 1912 e il 1932 dal tenente colonnello John MacRae-Gilstrap che lo aveva acquisito in quanto discendente del clan MacRae che ne era stato un tempo proprietario. Tra le opere maggiormente rilevanti risalenti a questo periodo è da annoverare la costruzione di un ponte ad archi per permettere un accesso più facile alla fortezza.

Influenza sui media[modifica | modifica sorgente]

Vista del castello

Eilean Donan è la dimora del Clan MacRae, e nel 2001 l'isola contava un solo abitante. Attualmente è uno dei monumenti più famosi e fotografati di tutta la Scozia, tanto da essere apparso in vari film:

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Miket and Roberts, The Mediaeval Castles of Skye and Lochalsh (2nd edition, Birlinn Ltd, 2007)

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]