Eibar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Eibar
comune
Eibar – Stemma Eibar – Bandiera
Eibar – Veduta
Localizzazione
Stato Spagna Spagna
Comunità autonoma Flag of the Basque Country.svg Paesi Baschi
Provincia Guipúzcoa.svg Guipúzcoa
Territorio
Coordinate 43°10′59.88″N 2°28′00.12″W / 43.1833°N 2.4667°W43.1833; -2.4667 (Eibar)Coordinate: 43°10′59.88″N 2°28′00.12″W / 43.1833°N 2.4667°W43.1833; -2.4667 (Eibar)
Altitudine 124 m s.l.m.
Superficie 24,78 km²
Abitanti 27 784 (2005)
Densità 1 121,23 ab./km²
Comuni confinanti Bergara, Elgeta, Elgoibar, Ermua (BI), Mallabia (BI), Markina-Xemein (BI), Soraluze, Zaldibar (BI)
Altre informazioni
Cod. postale 20600
Prefisso (+34)943
Fuso orario UTC+1
Targa SS
Cartografia
Mappa di localizzazione: Spagna
Eibar
Sito istituzionale

Eibar è un comune spagnolo della provincia di Guipúzcoa, nella comunità autonoma dei Paesi Baschi. Conta 27.507 abitanti (al 1º gennaio 2012) e si estende per 24,78 km², con una densità di 1.110 ab./km².

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I ritrovamenti preistorici attestano la presenza umana già nel Neolitico, intorno al III millennio AC. Quando i romani arrivarono in queste terre riportarono la presenza dei Caristi, una delle popolazioni della Spagna preromana. I romani integrarono l'area della valle del fiume Deva nella Giurisdizione di Clunia. Successivamente essa venne a far parte del Regno di Navarra, sotto il quale si formò un primo centro, intorno alle attività della chiesa e monastero di San Andrés (anteiglesia de San Andrés).

Le prime notizie che riguardano Eibar risalgono al 1193, in riferimento a una delle importanti famiglie locali. Nel 1267 si riporta la cessione del patrimonio della parrocchia ai señores de Olaso, della vicina Elgóibar da parte del re Alfonso X di Castiglia.

Il 5 febbraio 1346 il re Alfonso XI di Castiglia concede i privilegi di villa alla anteiglesia de San Andrés. La nuova città riceve il nome di Villanueva de San Andrés de Heybar. In essa, come in altri centri vicini, esistevano attività basate sulla lavorazione del ferro e sulla fabbricazione di armi.

Nel XIX secolo si verificano processi di industrializzazione dei processi produttivi, insieme ad un mutamento sociale. Alla fine del secolo e nella prima metà del successivo, le idee del movimento operaio internazionale e le idee socialiste irrompono nella società della città, che il 6 de agosto del 1897 vive il suo primo sciopero. In seguitò la città diventerà un punto di riferimento nel panorama del socialismo spagnolo. Ciò culminò, il 14 aprile 1931, con la proclamazione della Seconda Repubblica Spagnola, che la città di Eibar proclamò per prima.

La ferrovia arrivò ad Eibar nel 1887, con l'inaugurazione della stazione di sosta di Málzaga, che fece della città un importante crocevia. Alcuni anni dopo, nel 1909, si inaugurò la stazione ferroviaria di Eibar.[1]

Con la Guerra civile spagnola, Eibar fu dichiarata «región devastada», data la sua integrale distruzione. La ricostruzione portò a uno sviluppo industriale importante e ad un aumento della popolazione, che arrivò in pochi anni a superare i 40 000 abitanti.

Lo sviluppo industriale e urbano si realizzò nel contesto di una orografia complicata, all'interno di una valle, quella del fiume Ego, molto stretta. Ciò provoco uno sviluppo verticale degli edifici residenziali, e la loro vicinanza con gli stabilimenti produttivi, tanto che perfino l'accesso ad alcuni di essi diventò complicato. La questione fu affrontata con l'installazione di mezzi di trasporto meccanici, come scale mobili e ascensori.

Le difficoltà insite nell'ampliamento delle installazioni industriali fece sì che alcune imprese si trasferissero a cominciare il loro trasferimento ad altri luoghi, principalmente i dintorni di Durango e la provincia di Álava. A questo si aggiunse la crisi industriale che cominciò nel 1973 e colpì pesantemente l'infrastruttura industriale di Eibar.

All'inizio del XXI secolo, dopo aver perso quasi la metà della sua popolazione, la città comincia un lento recupero, basandosi sulle attività dell'industria e dei servizi.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

La principale squadra calcistica della città è la Sociedad Deportiva Eibar, fondata nel 1940, che nel 2014 partecipa per la prima volta al campionato spagnolo di prima divisione.

Persone legate a Eibar[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La estación centenaria. El Correo.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Spagna Portale Spagna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Spagna