Efraim (tribù)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Efraim è il nome di una tribù israelitica che prende il nome dal secondo figlio di Giuseppe, che Giacobbe, suo nonno, adottò in punto di morte per dargli la sua parte di eredità.

Giuseppe ebbe due figli, Manasse, il primogenito, ed Efraim, il minore. Ma Giacobbe, come racconta Genesi 48,12-14, scelse quest'ultimo per dargli in eredità la primogenitura.

Ma Efraim è anche una tribù molto numerosa, tra le dodici di Israele. Infatti, per indicare il Regno del Nord, diviso da quello della sola tribù di Giuda, molto spesso le Sacre Scritture usano Efraim come sinonimo di Israele (mentre in Apocalisse 7,8 si utilizza "Giuseppe" in vece di "Efraim"; la lettura di questo testo risulta proibita per l'Ebraismo secondo l'Halakhah).

Dopo la secessione dei due regni, lo stato settentrionale perse pian piano la saldezza della propria fede monoteistica, accogliendo i culti cananei.

I vari profeti che si sono nel tempo succeduti nel territorio di Israele prevedono la distruzione di "Efraim", cioè del regno del Nord, oppure usano tale disgrazia per sottolineare la necessità di una fede pura in JHWH, per salvare il resto di Israele.

« I figli di Efraim, gente di guerra, buoni arcieri, voltarono le spalle il dì della battaglia. »   (Salmi 78,9)
« JHWH ripudiò la tenda di Giuseppe e non scelse la tribù di Efraim. »   (Salmi 78,67)

Ma, anche, sperano in un ritorno del figliol prodigo alla tenda del padre.

« Efraim è dunque per me un figlio così caro? un figlio prediletto? Da quando io parlo contro di lui, è più vivo e continuo il ricordo che ne ho; perciò le mie viscere si commuovono per lui, e io certo ne avrò pietà. »   (Geremia 31,20)

Da Efraim sono nati personaggi illustri, come Giosuè, colui che ha guidato il popolo d'Israele attraverso l'Esodo alla Terra promessa, e Samuele, ultimo giudice e protoprofeta in Israele.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN10658302 · GND: (DE119536196