Efraín Sánchez

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Efraín Sánchez
Dati biografici
Nome Efraín Elías Sánchez Casimiro
Nazionalità Colombia Colombia
Altezza 185 cm
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex portiere)
Ritirato 1964 - giocatore
1987 - allenatore
Carriera
Squadre di club1
1941-1945 Millonarios Millonarios  ? (-?)
1945 Caldas Caldas  ? (-?)
1946 Flag of None.svg La Fortuna  ? (-?)
1947-1949 San Lorenzo San Lorenzo 20 (-?)
1949-1950 America de Cali América de Cali 6 (-?)
1950-1951 Deportivo Cali Deportivo Cali 15 (-?)
1951-1952 Junior Junior 44 (-?)
1953-1954 Indep. Santa Fe Indep. Santa Fe 27 (-?)
1955-1957 Ind. Medellin Ind. Medellín 84 (-?)
1958-1960 Atlas Atlas  ? (-?)
1960-1964 Ind. Medellin Ind. Medellín 104 (-?)
Nazionale
1947-1962 Colombia Colombia 30 (-?)
Carriera da allenatore
1962-1963 Colombia Colombia
1963 Ind. Medellin Ind. Medellín
1964 Millonarios Millonarios
1965-1966 Deportes Quindio Deportes Quindío
1966-1967 Junior Junior
1971-1972 Junior Junior
1974 Colombia Colombia U-20
1975 Colombia Colombia
1977 Est. Merida Est. Mérida
1978 Ind. Medellin Ind. Medellín
1983-1984 Colombia Colombia
1986-1987 Junior Junior
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 30 giugno 2009

Efraín Elías Sánchez Casimiro (Barranquilla, 27 febbraio 1927) è un allenatore di calcio ed ex calciatore colombiano, di ruolo portiere.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

All'età di 14 anni, dopo aver studiato al Colegio Boston, iniziò a giocare durante i giochi intercollegiali della città di Barranquilla.

Nel 1943 debuttò con i Millonarios, che partecipava al campionato fondato da Luis Acosta Amarís. Nel 1945 un infortunio al ginocchio lo tenne lontano dai campi per otto mesi, e considerò il ritiro, ma ci ripensò e l'anno seguente ricomparì nel calcio colombiano nel Club La Fortuna, con il quale ottenne sia la convocazione in Nazionale da parte del CT José Arana Cruz e il contratto con il San Lorenzo de Almagro, squadra argentina, dietro raccomandazione di René Pontoni.

"El Caimán" (il caimano) debuttò con il San Lorenzo il 25 aprile 1948 contro il Gimnasia La Plata, e la partita finì 2-5 per la squadra di Buenos Aires. Rimase due anni con la squadra rossoblu, e al ritorno in Colombia passò all'América de Cali debuttando il 25 settembre 1949, giocando solo 7 partite in tutto.

L'anno seguente passò al Deportivo Cali, dove però non riuscì a ripetere le gesta degli anni precedenti, decidendo così di tornare nella sua Barranquilla, sponda Junior. Nella stagione 1953-54 gioca per l'Independiente Santa Fe, e con l'Independiente Medellín vince i titoli del 1955 e del 1957. Nel 1958 passa per il Club Deportivo Atlas de Guadalajara, nel 1960 nuovamente all'Independiente Medellín: nel 1964 decide di svolgere l'incarico di giocatore-allenatore nel Millonarios.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Il commissario tecnico Adolfo Pedernera lo convocò per affrontare l'ultima partita delle qualificazioni al campionato del mondo 1962 contro il Perù, qualificando così la Colombia al primo mondiale della sua storia: ai mondiali la Nazionale perse 2-1 contro l'Uruguay, pareggiò 4-4 con l'URSS e perse 5-0 contro la Jugoslavia. In tutto Sánchez conta 30 presenze con la Colombia.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

A causa della malattia dell'allenatore brasiliano João Avelino, il "Caimán" assunse il duplice incarico di allenatore-giocatore. vincendo il quarto titolo consecutivo e nono complessivo per il club.

Passò velocemente per Quindío prima di tornare al Junior: nel 1974-1975 guidò la Nazionale, partecipando alla Copa América 1975, e diresse Medellín ed Once Caldas, tra le altre.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Independiente Medellín: 1955, 1957

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Millonarios: 1964[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giocatore-allenatore

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]